user
08 dicembre 2018

Tutte le probabili formazioni della quindicesima giornata di Serie A

print-icon

Tutte le news e gli aggiornamenti sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Gattuso ritrova la coppia Higuain-Cutrone. Nella Fiorentina Chiesa parte dalla panchina, al suo posto c'è Vlahovic

SERIE A, LA DIRETTA GOL

SASSUOLO-FIORENTINA LIVE

PROBABILI FORMAZIONI: I 'CAMPETTI'

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Ritorni, dubbi, indisponibilità e turnover. È una classica giornata che porta con sé le problematiche di sempre. Il Parma perde Grassi per il resto della stagione. D’Aversa non potrà contare nemmeno su Gervinho. Gattuso avrà nuovamente a disposizione Higuain e pensa a un Milan con interpreti molto offensivi.

Ecco quindi la situazione squadra per squadra con le ultime news in costante aggiornamento grazie al prezioso lavoro degli inviati di Sky Sport.

SASSUOLO-FIORENTINA, domenica ore 12.30

Formazioni ufficiali

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Duncan, Sensi, Bourabia; Berardi, Babacar, Di Francesco. All: De Zerbi

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Benassi, Veretout, Fernandes; Gerson, Vlahovic, Pjaca. All: Pioli

EMPOLI-BOLOGNA, domenica ore 15.00

Empoli, avanti con la difesa a tre e senza Zajc

Iachini non ha lasciato spazio a dubbi o interpretazioni: con il nuovo sistema di gioco adottato dal neo tecnico, Zajc è il sacrificato ‘di lusso’. Difesa ancora con Veseli, Silvestre e Maietta. In mediana ecco di nuovo Traorè mentre in attacco il duo La Gumina-Caputo tenterà riportare i toscani alla vittoria dopo il pareggio di Ferrara maturato con i padroni di casa in inferiorità numerica.

Bologna, escluse lesioni per Santander

Contusione alla caviglia senza lesioni. Questo il report medico su Federico Santander che si era infortunato durante la sfida di Coppa Italia. Convocazione non a rischio quindi ma non è scontato che la punta paraguaiana parta nell’XI titolare anche se negli ultimi allenamenti sono arrivate buonissime sensazioni. Inzaghi non potrà contare sullo squalificato Calabresi. Pronto De Maio nella difesa a 3. In mezzo spazio a Orsolini che potrebbe anche agire da trequartista. Il sacrificato dovrebbe essere Svanberg.

PARMA-CHIEVO, domenica ore 15.00

Parma, out Gervinho. Crack Grassi

L’opaca prova di San Siro si è conclusa con un infortunio che terrà Gervinho fuori causa almeno per questa settimana. Stagione finita invece che per Alberto Grassi dopo la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Cambi forzati quindi per D’Aversa che in mezzo al campo dovrebbe riproporre Rigoni. In attacco c’è un posto libero e Ciciretti spera nella promozione ma dovrà battere la concorrenza di Antonio Di Gaudio.

Chievo, Pellissier verso la conferma

Di Carlo recupera un po’ di elementi importanti ma dovrà fronteggiare l’assenza di Rossettini, fermato dal giudice sportivo. Barba quindi può tornare al centro della difesa con Cacciatore sulla corsia sinistra. Difficile che qualcosa cambi a centrocampo. Giaccherini e Pucciarelli sono recuperati e non è escluso che l’ex Napoli possa comparire nell’XI titolare al posto di Obi. Chievo a vocazione offensiva dato che in attacco ci saranno sia Pellissier che Stepinski, con Birsa in appoggio.

UDINESE-ATALANTA, domenica ore 15.00

Udinese, Behrami può ‘sbloccare’ Lasagna

Nicola non perde definitivamente Behrami ma difficilmente lo lancerà dal primo minuto. Il giocatore ha effettuato esami strumentali per valutare le conseguenze della botta subita alla caviglia destra durante la partita di domenica contro il Sassuolo e le notizie sono discretamente buone. Senza il centrocampista svizzero nell'XI di partenza, la soluzione più percorribile dovrebbe prevedere l’arretramento di De Paul con Lasagna che riprenderebbe posto nella formazione titolare. Sostanzialmente dovrebbe essere questo l’unico cambio rispetto alla scorsa settimana.

Atalanta, buone notizie sul fronte Toloi

Con Ilicic ancora ai box causa squalifica, resta vivo il ballottaggio per un posto in avanti. Rigoni contro il Napoli si è mosso bene e potrebbe ottenere la conferma. In difesa Toloi è rientrato parzialmente col gruppo. Si dovrebbe giocare il posto in difesa con Mancini. Attenzione alla ‘tentazione’ Gomez: il ‘Papu’ quasi sicuramente sarà presto tenuto a riposo. Non ci sono indicazioni scelte su come Gasperini vorrà utilizzarlo. Anche lui, come altri, dovrà prima o poi tirare il fiato. Barrow e Tumminello potrebbero essere una soluzione temporanea per ovviare ad un’eventuale assenza dell'argentino.

GENOA-SPAL, domenica ore 18.00

Genoa, esonerato Juric ecco Prandelli

La sconfitta ai rigori contro l'Entella è costata la panchina a Ivan Juric. Genoa eliminato dalla Coppa Italia con Preziosi che ha affidato la squadra a Cesare Prandelli che torna su una panchina di Serie A dopo varie esperienze all'estero (Galatasaray, Valencia, Al-Nasr). Difficile ipotizzare l'XI che scenderà in campo domenica. Il neo tecnico avrà solo due giorni per lavorare con la squadra. Storicamente l'ex CT azzurro ha variato molto: dal 4-1-4-1 al 3-5-2. Possibile quindi che contro la Spal resista ancora la difesa a tre. Di sicuro ci saranno due assenze visto che Bessa e Romulo sono squalificati. 

Spal, quasi undici certezze

Numeri alla mano, Leonardo Semplici è l’allenatore meno complesso per un fantallenatore: ultimamente i suoi cambi di formazione si sono verificati solo in presenza di squalifiche o infortuni. La storia non dovrebbe cambiare contro il Genoa fatto salvo per la squalifica di Cionek che lascerà spazio a Bonifazi. L’ex Torino è infatti favorito su Djourou. Quest’ultimo infatti è reduce da un piccolo infortunio. Sulla sinistra Costa prova ad insidiare Fares ma se l’ex Verona non dovesse avere grossi problemi, sarà lui a scendere in campo dal 1’.

MILAN-TORINO, domenica ore 20.30

Milan, pronta la coppia Cutrone-Higuain

Scontate le due giornate di squalifica, Gonzalo Higuain è pronto per riprendersi il controllo dell’attacco rossonero. Al suo fianco, nel 4-4-2 pensato da Gennaro Gattuso, ci sarà Patrick Cutrone. In difesa spazio ancora ad Abate come centrale con Calabria e Rodriguez in fascia mentre le corsie estere di centrocampo dovrebbero essere occupate da Suso e Calhanoglu. Problema per Borini che non andrà nemmeno in panchina.

Torino, probabile ritorno del trequartista

Dopo l’esperimento del 3-4-3 contro il Genoa che però ha visto un po’ in ombra Simone Zaza, i granata dovrebbero tornare ad un più classico 3-4-1-2 con Baselli pronto ad innescare la coppia Iago Falque-Belotti. Sulla sinistra Ola Aina proverà fino all’ultimo ad insidiare Ansaldi ma il rosarino, forte anche del gol segnato settimana scorsa, è ancora largamente favorito. Scarse possibilità di titolarità anche per Soriano e Moretti.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi