Serie A, Bologna-Lazio: scatta la sfida degli Inzaghi, arbitra papà Giancarlo

Serie A

Papà Giancarlo racconta a Massimiliano Nebuloni la sfida tra i fratelli Inzaghi, che si ritroveranno da avversari in Bologna-Lazio: "Filippo pensa al calcio 26 ore su 24, Simone invece ogni tanto stacca. Il risultato, comunque, non rovinerà l'armonia e il clima natalizio che si respira in famiglia"

BOLOGNA-LAZIO LIVE

SIMONE INZAGHI: "VITTORIA CHE CI MANCAVA DA TEMPO"

LA LAZIO TORNA A VINCERE: 3-1 AL CAGLIARI

A poche ore dallo storico incrocio tra i fratelli Inzaghi, avversari al Dall'Ara sulle panchine di Bologna e Lazio per la prima volta da quando allenano in serie A, Massimilano Nebuloni è andato a San Nicolò, il paese a due passi da Piacenza dove sono nati e cresciuti. Ha anticipato la sfida con il papá, Giancarlo Inzaghi, in quello che ancora oggi rimane il loro rifugio quando staccano la spina e si spengono i riflettori. "Questa partita l’avrei vista volentieri a casa, ma hanno insistito affinché vada allo stadio con mia moglie", svela Inzaghi senior, "Emozionato? Sicuramente é una grande soddisfazione vederli di fronte per la prima volta in panchina, anche se in carriera ci hanno abituati bene".

Il ritratto dei figli? "Filippo si concentra sul calcio 26 ore su 24, Simone invece nasconde bene le preoccupazioni e stacca. Filippo invece non stacca mai, e infatti ha qualche capello bianco in più. Ma l’esito di Bologna-Lazio non macchierá minimamente l’armonia e il clima natalizio che si respira in famiglia". Un viaggio nella memoria, tra poster, cimeli, ritagli e ricordi, conservati gelosamente nella casa di San Nicolò, di due ragazzi di provincia che hanno scalato le gerarchie del calcio. E che nessun risultato potrá mai dividere.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche