Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
25 dicembre 2018

Atalanta-Juventus, Allegri: "Cristiano Ronaldo non giocherà, lo voglio al top a marzo. Matuidi non ci sarà"

print-icon

L'allenatore bianconero ha presentato la sfida contro l'Atalanta: "Ronaldo sarà in panchina, spero di averlo al top a marzo. Quando inizia la Champions, sarà importante averlo in condizione"

ATALANTA-JUVE LIVE

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 18^ GIORNATA

SERIE A, CALENDARIO E ORARI DELLA 18^ GIORNATA

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Il primo quesito lo risolve subito: "Ronaldo domani sarà in panchina, guarderà la partita insieme a me. Sono molto contento di ciò che sta facendo come tutti. Tra l'altro, leggevo un po' di statistiche e vedevo che questa è la sua miglior partenza di sempre a livello di gol e di numeri". L'obiettivo è averlo al top a marzo: "Bisogna averlo al meglio quando entrerà in ballo la Champions. Dovrà essere decisivo ancor di più per come è stato negli ultimi anni".

Il Boxing-day contro l’Atalanta

Natale sul campo per Max Allegri, domani la sua Juve giocherà nel Boxing Day contro l'Atalanta: "Ho chiesto ai ragazzi di giocare una partita seria perché ci sono tre punti in palio che vanno portati a casa. Sarà un clima diverso rispetto agli altri anni, che noi dobbiamo rendere più normale possibile".

Il primo Natale di Allegri

"Ricordarsi il mio primo Natale da bambino è un po' dura perché sono passati più di 45 anni ormai (ride ndr). L’altro giorno ho visto una foto dov’ero biondino su un cavallo a dondolo. Ora non ho più capelli. È quello il primo ricordo, guardando la foto. Cos’è il Natale per me? Rappresenta una giornata di festa dove si riuniscono tutte le famiglie, gli affetti più cari in un contesto dove c’è tanta armonia e tanto amore. Purtroppo per noi oggi non è così. Dobbiamo riunirci fortunatamente insieme ai giocatori e lo staff per poi partire per Bergamo e preparare la partita di domani".

Che regalo vuole ricevere la Juventus?

Natale, tempo di regali. E i bianconeri cosa vorrebbero ricevere? "I regali della Juventus - ha aggiunto Allegri - bisogna prenderli o riceverli a fine stagione. Mancano ancora un po’ di mesi. Il regalo che farei al calcio italiano? No, sembrerei un po’ presuntuoso. La cosa che mi piacerebbe è che si lavorasse tutti in una stessa direzione, sia a livello politico, sia a livello tecnico". Il regalo per la Juventus? "Intanto cerchiamo un regalino cerchiamo di prendercelo nella Supercoppa Italiana del 16 gennaio. Magari un pezzettino dai. Poi avremo la possibilità di prenderne altri a fine stagione, dobbiamo essere bravi". 

Il menu di Natale di Allegri

Dovesse invitare a cena la squadra, cosa non deve mancare sulla tavola? "Un pezzetto di pesce, ovviamente. È tradizione in tutta Italia, alla vigilia si mangia pesce. A Natale invece si mangia un po’ di pesce, cappone e tante altre cose. Su questo il giorno di Natale riunisce tutti in tutta Italia".

Atalanta-Juventus: le insidie

"Contro l’Atalanta è importante far girare il pallone, ma è importante come ci arriviamo a livello mentale. Altrimenti facciamo un regalo all’Atalanta. Affronteremo una squadra fisica - ha spiegato -, aggressiva che viene dalla sconfitta a Genova in un campo sempre difficile. Uno stadio pieno, dove vorranno passare un bel Natale. Noi andremo lì perché è un passaggio importante per il campionato. Cercheremo di fare, attraverso una bella prestazione sia difensiva che offensiva, domani ci vuole, portare via i punti che ci servono per continuare il cammino verso il 26 di maggio, dove si assegnerà lo scudetto"

Il punto sugli infortunati

Qualche indicazione sulla formazione: "Matuidi stanotte aveva un 38,5 di febbre e lo lasceremo a casa. Rientrerà Khedira già a disposizione. Potrebbe giocare, devo valutare oggi. Uno dei due centrali riposerà, Bernardeschi difficilmente verrà dietro, Barzagli e Cuadrado sono fuori. Gli altri sono a disposizione. L'unico dubbio è Kean, ieri ha avuto un affaticamento. Lo valuteremo".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi