Suso, Piatek e il mercato: i motivi dell'ottimismo verso la Serie A

Serie A

Fabio Simonelli

Gli arrivi di Lukaku, Barella, Sensi e Godin hanno cambiato il volto dell’Inter di Antonio Conte. Il Milan invece, finora ha acquistato giocatori giovani, ma meno affermati, come Bennacer, Krunic e Rafael Leao. Eppure ci sono almeno cinque motivi per guardare al futuro con ottimismo

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

DONNARUMMA INCEDIBILE, VIA SOLO PER OLTRE 50 MILIONI

L'ATALANTA SU LAXALT - CORREA, ULTIME DALLA SPAGNA

IL TABELLONE DEL MERCATO

Dall'altra parte di Milano è arrivato un gigante, si chiama Romelu. Se ti chiami Milan quindi c'è da recuperare un po' di orgoglio, specie dopo il finale deludente della scorsa stagione. Ecco allora 5 motivi per cui pensare positivo. Numero uno. O meglio nuovo numero 9. La cifra dei suoi gol in Serie A in rossonero. Il Milan riparte da lui, riparte da Piatek, dai suoi colpi, dalla voglia di mandare al diavolo la maledizione del 9. Numero due. È arrivato Bennacer, il miglior giocatore dell'ultima Coppa d'Africa, vinta con l'Algeria. Ribalta l’azione velocemente, ma garantisce anche profondità e aggressività.

"Sono innamorato di Suso" aveva detto Giampaolo. Eccolo il motivo numero tre. Con lui lo spagnolo è cambiato, di nuovo al centro del progetto, senza dimenticare le vecchie abitudini e il sinistro brasiliano. A proposito di Brasile, l'anno scorso Paquetà aveva cambiato il passo del Milan. Tecnica, forza fisica e inserimento. Roba da rimanere a bocca aperta, e quest'anno lo si vedrà dall'inizio. E poi c’è la voglia di Leao. Un assist con il Feronikeli fa solo estate, ma le promesse già sono buone. Basta poco, solo cinque motivi per tornare a sorridere.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.