Inter Lazio, Conte: "Dimentichiamo il derby. Spero di restare qui a lungo"

L'allenatore dell'Inter alla vigilia del match contro la Lazio: "Lazio test impegnativo, Inzaghi è sottovalutato. Non pensiamo agli elogi del derby, resettiamo tutto. Devo allargare la base dei titolari, ma con garanzie. Alexis Sanchez verrà inserito quando sarà pronto. Barella è un generoso in campo proprio come lo ero io. Restare tanti anni all'Inter? Spero mio ciclo sia lungo e duraturo". Inter-Lazio in diretta mercoledì 25 settembre alle 21 su Sky Sport Uno e Sky Calcio 2 (canale 252)

INTER-LAZIO LIVE

I CAMPO PANCA DELLA 5^ GIORNATA

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

1 nuovo post
Fine della conferenza stampa di Antonio Conte
- di ninocr
Che tipo di giocatore è e che tipo di giocatore potrà diventare Milan Skriniar?
 
E' un ragazzo di grandissima disponibilità. Chiaro che qualcosa è cambiato rispetto al passato: quando trovi squadre che difendono è importante per noi avere difensori che sappiano impostare il gioco. Questo lavoro completerà ancora di più i nostri calciatori, perché un centrale non deve solo saper difendere in area, una qualità che stiamo perdendo. Il nostro obiettivo è anche coinvolgere dieci giocatori in fase di costruzione. Ognuno deve avere il compito di impostare ed essere totalmente coinvolto nelle azioni. Il gioco moderno coinvolge undici giocatori, quindi è importante che tutti la pensino alla stessa maniera.
- di ninocr
Una prima esperienza di lungo termine potrebbe essere l'Inter?
 
Quando inizi un nuovo progetto la speranza è quella che sia lungo e duraturo. Più stai in un club e più vuol dire che vengono assimilate le tue idee. Sicuramente per un allenatore rimanere a lungo è la cosa migliore. Non sono mai riuscito ad allenare la stessa squadra per più di tre anni. E cambiare vuol dire ripartire da zero: non è semplice, perchè devi trovare persone capaci di supportarti in ogni contesto. Devo ringraziare qui all’Inter il lavoro che sta facendo Lele Oriali, un grazie che non finirà mai: so cosa sta facendo lui, so cosa sta facendo Zanetti. Ho avuto la fortuna di trovare persone che mi sono molto vicine.
- di ninocr
Il parallelismo con Simeone: da calciatore prima e da allenatore poi.
 
Anche come centrocampisti eravamo molto simili, anche lui era difficile da affrontare: un giocatore box to box, che non mollava mai, te lo ritrovavi sempre a difendere e ad attaccare. Sta facendo un’ottima carriera all'Atletico Madrid, in un posto ideale in cui ha portato la sua filosofia. Ecco, io a differenza sua sono stato più girovago. Ho affrontato diverse esperienze con diverse squadre, ma stiamo parlando di un grandissimo allenatore. Ed è sempre molto molto difficile giocare contro di lui.
- di ninocr
Cosa ci si aspetta da Barella?
 
Il giocatore ha caratteristiche importanti su cui stiamo lavorando. E' un generoso come lo ero io, sprizza energia da tutti i pori e dobbiamo essere bravi ad incanalarla in un’unica direzione. Parliamo di un ragazzo dalle altissime potenzialità: ha voglia di lavorare e il suo sogno era quello di giocare nell’Inter. Ci sono tutti gli ingredienti perchè diventi una colonna di questa squadra.
- di ninocr
Chi avresti votato come FIFA Best Player?
 
Sinceramente non ricordo chi avevo votato quando allenavo la Nazionale. O Ronaldo o Messi non è che vai troppo distante. Ti dispiace per chi non scegli, ma parli di giocatori di altissimo livello che raggiungono score importanti di 40-50 gol ogni anno. Parliamo di fantastici fuoriclasse che verranno ricordati per quello che hanno fatto e quello che hanno dato.
- di ninocr
Tra tre partite c'è la Juve: è una sfida che può distrarre la squadra dagli altri impegni in arrivo?
 
Sicuramente noi dobbiamo lavorare partita dopo partita. Concentriamoci sull'oggi, che è cosa certa. E pensiamo a fare bene la partita contro la Lazio, una gara difficile contro una squadra molto forte, con un'identità ben precisa e con giocatori che sono sempre stati protagonisti negli ultimi anni. Non dimentichiamoci che l'anno scorso la Lazio ha vinto la Coppa Italia, a dimostrazione del buon lavoro compiuto da Lotito, Tare e Inzaghi. Per noi è una partita importante, un altro test: è inevitabile che se andremo in campo con la testa ancora agli elogi del derby, significa che non abbiamo capito niente. Dev'essere resettato tutto nel minor tempo possibile e dovremo dare delle risposte importanti. Siamo solamente alla quinta giornata: c'è davanti un percorso talmente ampio che non si possono fare premonizioni. Ci sarà da cadere, e lì dovremo essere bravi a rialzarci. Sapremo farlo? Solo il tempo ce lo dirà. Non sarà facile, perché oltre alla Juventus c'è anche il Napoli che è una squadra molto molto forte.
- di ninocr
Che attaccante ti ricorda Lukaku tra quelli che hai allenato? Quanto c'è del suo, nei gol segnati fin qui dai centrocampisti?
 
Di Lukaku ho detto in lungo e in largo cosa penso, mi sembra superfluo ripeterlo un'altra volta. Per il discorso dei centrocampisti invece sono contento: al di là di chi segna, più frecce al nostro arco abbiamo a disposizione e meglio è. Ma anche in passato, questo è un reparto che nelle mie squadre ha sempre avuto un ruolo abbastanza importante e determinante.
- di ninocr
Domani ci sarà la Lazio, terza partita in una settimana: farai rifiatare qualcuno?
 
Godin ha giocato la partita contro l’Udinese e poi ha riposato in Champions, De Vrij ha avuto un piccolo affaticamento ma è un giocatore che anche per via della posizione può giocare un bel tot di partite. E poi sono ragazzi allenati, che stanno bene. Dovrò fare delle scelte.
- di ninocr
Come sono le condizioni di Alexis Sanchez?
 
Per lui vale il discorso che faccio per tutti gli altri: quando vedrò dei giocatori pronti verranno inseriti. Devo fare l’interesse dell’Inter, non dei singoli.
 
 
- di ninocr
Sulle attuali gerarchie in casa Inter.
 
I ragazzi stanno lavorando per allargare la base dei giocatori titolari: per noi sarà importante, perchè in un campionato così è difficile giocare risparmiando energie. C’è uno spreco inevitabile, la Champions, per noi sarà importante allargare la base di titolari e al tempo stesso devo avere garanzie. Alcuni rischi me li posso prendere ma altri vorrei che fossero controllati.
- di ninocr
L'ultimo a subirlo è stato Dalbert: ogni settimana ormai un caso di razzismo negli stadi.
 
Ma poi ti ritrovi degli articoli da parte di qualche giornalista dove si parla della futura partita tra Inter e Juventus in cui verrò ricoperto dagli insulti dei tifosi bianconeri. Lì io rimango sbalordito: chi scrive deve avere la coscienza per capire cosa provoca in chi legge. E chi incita a un sentimento di odio e di rancore continua a scrivere: se io fossi un direttore di un giornale, li manderei via tutti a calci nel c... Coloro che scrivono e comunicano hanno una responsabilità in più rispetto a tutti gli altri: e sono i primi a innescare un certo tipo di comportamento, anche sui social. Ma perché? A me dà veramente fastidio.
- di ninocr
Inizia la conferenza stampa di Antonio Conte
- di ninocr

Manca poco all’inizio della conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia della sfida con la Lazio

- di Redazione SkySport24

Gara da seguire in diretta su Sky Sport Uno e Sky Calcio 2 mercoledì 25 settembre alle 21

- di Redazione SkySport24

Telecronaca di Fabio Caressa e Beppe Bergomi

- di Redazione SkySport24

A bordocampo Andrea Paventi, Matteo Barzaghi e Matteo Petrucci

- di Redazione SkySport24

La squadra di Conte è reduce dal successo nel derby: un 2-0 che ha lanciato i nerazzurri in vetta alla classifica dopo quattro gare

- di Redazione SkySport24
L’Inter infatti ha raccolto tutti e 12 i punti disponibili nelle partite di questo inizio stagione – unica squadra a punteggio pieno
- di Redazione SkySport24
Inter, Juventus e Roma inoltre sono le uniche imbattute dopo 4 giornate
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.