Roma, lunghi infortuni per Kalinic e Cristante. I bollettini medici e le ultime

Serie A

Si allunga la lista degli indisponibili per Fonseca. L'attaccante croato ha riportato una frattura della testa del perone, non si opererà e starà fermo due mesi. Più grave l'infortunio di Cristante, che ha accusato il distacco del tendine dall'adduttore destro e tornerà solo nel 2020. Si parla di almeno tre mesi di stop

ROMA-'GLADBACH LIVE

L'emergenza infortuni in casa Roma non finisce mai, anzi, peggiora di gara in gara. Durante la partita disputata contro la Sampdoria e finita 0-0, lo squalificato Fonseca ha assistito dalla tribuna ad altri due infortuni dei suoi giocatori, Nikola Kalinic e Bryan Cristante.  Con due comunicati sul proprio sito, la società giallorossa ha ufficializzato l'entità dei due infortuni: per l'attaccante si tratta di una frattura della testa del perone. Il giocatore ha già iniziato il piano di recupero e non dovrebbe essere operato. Si parla di uno stop tra i 45 e i 60 giorni.

Cristante torna nel 2020

Esami strumentali hanno invece evidenziato per Bryan Cristante un distacco del tendine dell’adduttore destro. In queste ore si sta decidendo la terapia migliore per favorire il recupero del centrocampista: non è scartata l'ipotesi operazione e ciò priverebbe l'allenatore portoghese di un'altra pedina fondamentale per diversi mesi. Praticamente impossibile rivedere Cristante in campo prima del 2020: 3 mesi di stop sono la previsione più ottimistica. Per un infortunio analogo, nel 2017 il milanista Bonaventura si era operato in Finlandia ed aveva saltato 4 mesi.

SERIE A: SCELTI PER TE