Vidal, sfida alla sua ex Juventus per prendersi l'Inter

Serie A
Fotogramma/IPA

Il cileno ha la possibilità di riscattare la sua deludente (fin qui) stagione in nerazzurro proprio contro la sua ex squadra. Nettamente differente il suo apporto all'Inter rispetto a quello offerto nella prima stagione alla Juve di Conte, ma Vidal non ha dubbi e ai tifosi ha promesso: "Segno un gol e poi ne faccio altri 10"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Le prestazioni finora non sono state all’altezza delle aspettative. Un’aggressività spesso sterile, qualche ingenuità di troppo in fase difensiva e un po’ di scelte poco lucide in zona gol. Non era quello che ci si attendeva quando si è celebrato il Vidal-Conte atto II, tanto desiderato dall’allenatore per ridurre ulteriormente il gap con la Juve. Domenica il cileno affronterà proprio la sua ex squadra, quale miglior partita per cercare di trovare il riscatto e prendersi i colori nerazzurri dopo le critiche ricevute in queste prime giornate. Antonio Conte non ha mai rinunciato – se non per infortunio o squalifica – al suo centrocampista, nonostante le ripetute prove incolori: contro lo Spezia è stato sostituito all’intervallo, a Verona ha giocato gli ultimi venti minuti e poi è tornato titolare contro il Crotone, match in cui l’allenatore ha perso le staffe. Accade dopo la mezz’ora, quando il cileno commette un ingenuo fallo da rigore e protesta con l’arbitro, mentre Conte lo sgrida e lo invita con toni forti a smettere di lamentarsi e continuare a giocare, prima di decidere di toglierlo alla fine del primo tempo. E nel post match sono poi arrivate anche le parole in tv: "Vidal deve pedalare e lavorare a testa bassa. Qui nessuno ha il posto assicurato: deve dimostrare di meritare di giocare e fare molto meglio di quello che sta facendo, fin qui abbiamo visto troppi alti e bassi. Noi come Inter non ce li possiamo permettere”. Gettato nella mischia nel finale di Marassi, Vidal è tornato dal primo minuto contro la Roma.

Gli errori contro la Roma

vedi anche

Roma-Inter, le occasioni fallite da Vidal. VIDEO

All’Olimpico ha disputato sostanzialmente una buona gara, con i movimenti giusti negli inserimenti come chiesto da Conte, ma peccando – forse perché non in fiducia psicologicamente – clamorosamente in fase realizzativa, errori che hanno finito per compromettere il buon giudizio sulla sua prova. Due in particolare (uno per tempo) i momenti iconici della partita del cileno. Il primo quando, dopo una triangolazione con Hakimi, ha mancato di tanto lo specchio calciando dall’interno dell’area. Il secondo errore, ancora più grossolano, quando su assist dello stesso terzino ha lisciato la conclusione all’altezza del dischetto che avrebbe consentito all’Inter di andare sul 3-1 e chiudere, probabilmente, l’incontro.

I precedenti Inter-Juve di Vidal (da bianconero)

Vidal spera di tornare grande protagonista in Inter-Juve, sfida nella quale – indossando la maglia bianconera – ha quasi sempre lasciato il segno. Nei 7 scontri diretti, infatti, ha realizzato 3 gol e 2 assist: la prima rete, curiosamente, arrivò nella gara d’andata della stagione 2012-13, partita nella quale alla fine i nerazzurri espugnarono per la prima volta lo Stadium con Stramaccioni in panchina. È l’unico ko in questi precedenti (con 4 vittorie e 2 pareggi a completare il bilancio).

Vidal a confronto: dalla Juve all'Inter

vedi anche

Hakimi goleador, già raggiunto il miglior Maicon

Per comprendere il differente apporto del Vidal bianconero da quello nerazzurro basta dare un’occhiata ai numeri. Anche nella prima stagione alla Juve (2011-12), con Conte allenatore, il centrocampista saltò solo due delle prime 17 giornate, ma restando in campo molto più tempo nelle 15 partite in cui fu impiegato: 1148 minuti contro gli 837 attuali, frutto anche di due presenze da titolare in più (12 rispetto alle 10 di quest’anno). Arrivati a questo punto della stagione, il cileno con la maglia dell’Inter non ha ancora segnato né fornito assist. Un trend rovesciato rispetto a quello che fu, allora, il suo impatto con la Serie A, in cui segnò subito all’esordio in campionato contro il Parma, mettendo poi a referto un’altra rete e tre assist fino alla 17^ giornata. Alla fine Vidal chiuse quell’annata con 7 centri e 4 passaggi vincenti, statistiche che riuscirà addirittura a migliorare negli anni successivi. Per cercare di batterle quest’anno, invece, l’ex Barça è chiamato a un 2021 di fuoco, obiettivo da cui lo stesso giocatore non si nasconde.

Vidal dalla Juve all'Inter

"Ne faccio uno, poi ne metto 10"

vedi anche

Nulla di rotto per Darmian: solo una contusione

Le difficoltà recenti, infatti, non hanno scalfito la fiducia e le motivazioni di Vidal, pronto a riflettere sul campo la nomea di ‘guerriero’. E a un tifoso che gli faceva notare il gol divorato con la Roma, il centrocampista ha risposto su Instagram: ”Ne faccio uno e poi ne metto 10”. Una promessa da mantenere per far felice i sostenitori e chi più di tutti ha spinto per il suo acquisto, Antonio Conte.

La risposta di Vidal su Instagram

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.