Serie A, 21^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

Venerdì sera ha inizio la 21^ giornata di Serie A: subito in campo Fiorentina e Inter al Franchi. Sabato giocheranno invece Atalanta-Torino e Sassuolo-Spezia alle 15, il big match Juventus-Roma avrà inizio alle 18 mentre Genoa-Napoli ci sarà alle 20:45. Domenica spazio a Milan-Crotone e a Lazio-Cagliari, che chiuderà il turno in serata

LAZIO-CAGLIARI LIVE

Fiorentina-Inter, venerdì 5 febbraio, ore 20:45

Turno che si apre al Franchi di Firenze. La Fiorentina non ha vinto nessuna delle ultime sette sfide di Serie A contro l’Inter (4 pareggi, 3 sconfitte), dopo aver ottenuto cinque successi nelle sei precedenti. Al Franchi i viola sono rimasti imbattuti nelle ultime sei gare di campionato contro l’Inter, e l’ultimo successo nerazzurro a Firenze in campionato risale al febbraio 2014. La Fiorentina non guadagnava così pochi punti (22) a questo punto della Serie A dal 2001/02, quando trovò la retrocessione. Da una parte l’Inter ha il miglior attacco del campionato attuale con 49 reti, dall’altra solo il Parma (14) ha segnato meno della Fiorentina (21). La prossima potrebbe essere la 50^ presenza da titolare in A per Lukaku, che potrebbe anche raggiungere i 300 gol realizzati tra club e Nazionale maggiore (attualmente è a 298).

Atalanta-Torino, sabato 6 febbraio, ore 15

leggi anche

Real, infortunio per Hazard. Atalanta a rischio

L’Atalanta ha vinto le ultime due sfide di campionato contro il Torino, ma solo una volta i nerazzurri hanno sconfitto i granata in tre gare di fila in A: tra il 1995 e il 2001. Se poi da una parte il Torino è la squadra che ha perso più punti da situazioni di vantaggio in questo campionato (23), dall'altra l'Atalanta è quella che ne ha persi meno (solo 2, come il Milan). Il Torino è la squadra che ha subito più gol nella mezzora finale in questa Serie A: 21, il triplo rispetto a quelli incassati nello stesso parziale dall'Atalanta (7). La prossima potrebbe essere la 50^ rete di Duván Zapata con l'Atalanta in A: sarebbe solo il settimo giocatore a tagliare questo traguardo con i nerazzurri.

Sassuolo-Spezia, sabato 6 febbraio, ore 15

Il Sassuolo ha vinto tutte le cinque sfide contro lo Spezia tra Serie A, Serie B e Coppa Italia, segnando 12 reti e subendone solo tre. I neroverdi hanno vinto tutte le ultime quattro gare di A contro squadre liguri, realizzando una media di 3.5 reti a partita. Il Sassuolo è la squadra che segna più reti in percentuale nei secondi tempi di questa Serie A (76% - 25/33), mentre nessuna formazione ha incassato più reti dello Spezia nelle seconde frazioni di gara (26, al pari del Torino). Francesco Caputo ha segnato 9 gol nelle ultime 9 sfide contro squadre neopromosse in A, inclusa la rete nel match d’andata contro lo Spezia.

Juventus-Roma, sabato 6 febbraio, ore 18

leggi anche

Lotta scudetto: chi vince secondo la piazza social

Dopo la sconfitta per 1-3 dello scorso agosto all’Allianz Stadium, la Juve potrebbe perdere due match casalinghi di fila contro la Roma per la prima volta nella storia. Includendo il 3-0 subìto a tavolino contro il Verona, la Roma conta 33 gol presi in questa Serie A, il secondo peggior risultato per i giallorossi a questo punto del torneo negli ultimi 70 anni (dopo i 34 del 2012/13). Questa sfida vede affrontarsi il miglior attacco nel primo quarto d'ora di partita (8 gol per la Roma, al pari della Lazio) contro la squadra più prolifica nei 15 minuti finali (14 per la Juve) in questa stagione. Cristiano Ronaldo potrebbe rimanere senza reti per quattro gare di campionato consecutive per la prima volta dal novembre 2017, quando vestiva la maglia del Real Madrid. La Roma è anche la squadra che Morata ha affrontato più volte in A (5) senza mai realizzare gol o assist. Borja Mayoral ha realizzato sei reti nelle sue prime cinque presenze da titolare in A: nessun giocatore ha mai fatto meglio nell'era dei tre punti a vittoria.

Genoa-Napoli, sabato 6 febbraio, ore 20:45

Il Napoli è rimasto imbattuto in tutte le ultime 17 sfide contro il Genoa in Serie A (12V, 5N), e potrebbe vincere quattro trasferte di fila contro i rossoblù in campionato per la prima volta nella sua storia. A partire dall'arrivo di Ballardini, il Genoa è la squadra di A con meno gol subiti (4 in 7 match), più clean sheet (4), la miglior percentuale di tiri nello specchio (60%) e la seconda miglior percentuale realizzativa (16%). È inoltre quinta per media punti (2.0). Mattia Destro potrebbe andare in doppia cifra in A per la prima volta dal 2016/17, con il Bologna, diventando il 15º giocatore nella storia della competizione a realizzare almeno 10 gol con quattro maglie differenti (Siena, Roma, Bologna e Genoa). Dopo aver trovato il gol alla prima sfida contro il Genoa in Serie A, Insigne non ha segnato nelle successive 15 gare contro i liguri: è la sua striscia più lunga a secco contro una singola avversaria. Il Genoa è la vittima preferita in A di Lozano: 3 gol in 3 sfide.

Benevento-Sampdoria, domenica 7 febbraio, ore 12:30

La Sampdoria potrebbe diventare la prima squadra contro cui il Benevento vince tre sfide in Serie A. Il Benevento ha guadagnato finora 22 punti, uno in più di quanto fatto nell’intera stagione 2017/18 in Serie A (21). Fabio Quagliarella ha segnato 19 reti nelle ultime 23 sfide contro squadre neopromosse in Serie A, tre di queste sono state realizzate contro il Benevento.

Milan-Crotone, domenica 7 febbraio, ore 15

leggi anche

Kjaer verso il rientro. Brahim, confermata lesione

Il Milan ha vinto quattro delle cinque sfide contro il Crotone in Serie A (1 pareggio), mantenendo la porta inviolata in tutte le ultime tre. Con 46 punti in 20 partite il Milan sta tenendo una media di 2.30 punti a partita: solamente nel 2003/04 (2.41) e nel 2005/06 (2.31) i rossoneri terminarono la stagione con una media più alta. Il Milan ha ricevuto finora 14 rigori a favore: da quando Opta raccoglie questo dato (nel 2004/05), i rossoneri non ne hanno mai calciati altrettanti in un’intera stagione di A. Kessié, che ha già eguagliato il suo record di gol in un singolo campionato (sette come nel 2018/19), ha realizzato due reti al Crotone in Serie A, entrambe su rigore, inclusa la sua prima marcatura con la maglia del Milan nell’agosto 2017.

Udinese-Verona, domenica 7 febbraio, ore 15

L’Udinese non ha segnato nelle ultime tre sfide contro il Verona in Serie A, mentre i gialloblù non sono riusciti a segnare nelle ultime tre trasferte contro l’Udinese in A. L’Udinese ha mantenuto la porta inviolata nelle ultime due partite di campionato e non ottiene tre clean sheet di fila in A da marzo 2014. Inoltre i bianconeri hanno pareggiato le ultime due partite casalinghe di campionato e non arrivano a tre pareggi interni di fila in Serie A da marzo 2013. Il Verona è a quota 998 reti in Serie A (incluse le partite a tavolino) e con due reti potrebbe quindi raggiungere quota 1000, cifra superata già da 18 squadre. Llorente ha segnato la sua prima rete in A proprio contro il Verona, in casa con la maglia della Juventus nel settembre 2013. Lasagna è appena passato al Verona dall’Udinese: nel suo periodo in bianconero, dalla stagione 2017/18, è stato il giocatore dei friulani con più gol (30) in Serie A.

Parma-Bologna, domenica 7 febbraio, ore 18

Il Parma non vince un derby contro il Bologna da otto partite di Serie A (5 pareggi, 3 sconfitte): per i gialloblù è la striscia più lunga senza successi contro i rossoblù nel massimo campionato. Il Bologna ha invece segnato almeno due gol in tutte le ultime quattro partite di A contro il Parma (12 totali). Il Parma non è riuscito a segnare nelle ultime sette partite casalinghe di campionato: l’unica squadra a fare peggio nella storia della Serie A a girone unico è stata la Sampdoria nel 1972 (nove gare interne senza gol). Il Bologna è la vittima preferita di Jasmin Kurtic in A (4 gol). Rodrigo Palacio ha realizzato 11 reti contro il Parma in Serie A, e la squadra gialloblù è la sua vittima preferita nel massimo campionato.

Lazio-Cagliari, domenica 7 febbraio,  ore 20:45

leggi anche

I più rivalutati dopo il calciomercato

La Lazio non perde in Serie A contro il Cagliari da maggio 2013: da allora per i biancocelesti 11 vittorie e due pareggi. La Lazio ha inoltre vinto tutte le ultime nove partite casalinghe di A contro i sardi. Il Cagliari non vince da 13 partite di Serie A (5 pareggi, 8 sconfitte): per i rossoblù è la striscia peggiore dal 2010, quando toccarono quota 15, con tre allenatori (Allegri, Melis, Bisoli). La prossima potrebbe essere la 600^ presenza nei cinque maggiori campionati europei per il portiere Pepe Reina: la Lazio sarà la quinta squadra con cui taglierà il traguardo delle 15 partite, dopo Liverpool (285), Napoli (141), Villarreal (109) e Barcellona (30). Immobile ha segnato nove gol contro il Cagliari in A, e ha fatto meglio solo contro Genoa (10) e Sampdoria (12). Giovanni Simeone ha segnato invece tre gol contro la Lazio in A, e ha fatto meglio solo contro Bologna (4) e Torino (6).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.