Juventus, Bernardeschi: "Scudetto? Siamo vivi e non molliamo fino alla fine"

juventus

Il centrocampista bianconero crede nella rimonta scudetto: "Siamo ancora vivi e determinati, ci sono ancora tante partite e non dimentichiamoci di essere la Juventus". E sui prossimi impegni: "Contro la Lazio sarà una battaglia. Porto? Abbiamo già dimostrato di poter ribaltare il risultato"

JUVE-LAZIO LIVE

La Juventus è ripartita dopo il passo falso di Verona, battendo per 3-0 lo Spezia nell'anticipo di questo turno infrasettimanale. Tra i protagonisti del match Federico Bernardeschi, entrato nel corso della ripresa e autore dell'assist per la rete del vantaggio di Morata (anche lui di rientro da un infortunio). Un gol e una partita che Bernardeschi commenta così, ai microfoni di Sky Sport: "Ci siamo messi d'accordo con Morata (ride, ndr). Sto bene ed è stata importante la vittoria contro lo Spezia, abbiamo dato un bellissimo segnale al campionato. Ringrazio il mister per le parole su di me, io sono sempre a disposizione della squadra e quando la coperta è corta bisogna farsi trovare pronti. Per noi finora è una buonissima stagione, siamo un po' indietro in campionato rispetto a quanto ci aspettavamo, ma assolutamente siamo ancora vivi, determinati e crediamo ancora tanto nello scudetto. Ci sono ancora tante partite da giocare e le vogliamo vincere, siamo la Juventus e questo non lo dobbiamo dimenticare".

"Con la Lazio una battaglia, ma se giochiamo da Juve..."

leggi anche

Sollievo per De Ligt: "Nessuna lesione muscolare"

Il prossimo scalino da superare, se la Juve vuole continuare la propria rimonta scudetto, si chiama Lazio. Un impegno che arriverà a tre giorni dalla gara di ritorno degli ottavi di Champions contro il Porto. Una doppia sfida che può significare molto per la stagione della Juventus: "Contro la Lazio sarà sicuramente una partita difficile, negli ultimi precedenti ci ha sempre messo in difficoltà. Giochiamo in casa nostra e questo ci darà quel qualcosa in più, anche se purtroppo non ci saranno i nostri tifosi, ma rimane sempre il nostro stadio. Sarà una battaglia, ma se giochiamo da Juventus sicuramente porteremo a casa il risultato. Non è facile non pensare al Porto in Champions, ma prima c'è la Lazio e tutte le energie fisiche e mentali devono andare lì. Da domenica mattina penseremo al Porto, sarà una partita complicata ma dovremo ribaltare il risultato e, come abbiamo già visto, la Juventus è capace anche di questo".

"Europeo? Ci arriviamo carichi, lo stiamo aspettando tutti"

leggi anche

Il countdown su Sky Sport: 100 giorni all’Europeo

Guardando più a lungo raggio, Bernardeschi pensa anche all'Europeo, all'inizio del quale mancano ormai soltanto 100 giorni: "Lo sto aspettando da 465 giorni questo Europeo, lo aspettiamo tutti con grande entusiasmo. In Nazionale abbiamo fatto un percorso strabiliante e arriviamo a questa competizione carichi. Per noi è una grandissima soddisfazione e penso un grande orgoglio per l'Italia intera". Infine, Bernardeschi ha voluto ricordare Davide Astori, capitano di quella Fiorentina di cui anche lui faceva parte, scomparso il 4 marzo di tre anni fa: "Davide era un amico vero, una persona pura e di valori. Questo credo che sia stato il suo più grande pregio, che ha anche trasmesso a tutti noi. Questa è la cosa più importante che mi sento di dire".