Risultati Serie B e classifica dopo la sesta giornata

Perde la capolista Verona contro la Salernitana, sconfitta 1-0 in trasferta la squadra di Grosso mantiene momentaneamente la testa della classifica (ma Pescara e Benevento sono in agguato). Il Lecce viene raggiunto nel finale dal Cittadella che evita così il terzo ko consecutivo. Vittoria 2-1 dello Spezia in rimonta sul Carpi   

VENEZIA-LIVORNO LIVE

ANTICIPO DEL VENERDÌ: CROTONE-BRESCIA 2-2

CLASSIFICA E RISULTATI

LECCE-CITTADELLA 1-1

14' rig. Mancosu (L), 81' Strizzolo (C)
Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi (60' Venuti), Bovo, Meccariello, Calderoni; Scavone, Arrigoni, Mancosu (73' Marino); Falco (59' Tabanelli); La Mantia, Palombi. All: Liverani  
Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli (49' Proia), Frare, Drudi, Benedetti; Settembrini, Iori, Branca; Schenetti (82' Siega); Scappini (74' Strizzolo), Finotto. All: Venturato

Lecce e Cittadella in campo con umori diversi nel pomeriggio di B. La squadra di Liverani è reduce da due successi consecutivi, mentre per Venturato (squalificato, in panchina c’è Gorini) due ko in fila dopo le prime tre vittorie che lo avevano lanciato verso il primo posto in classifica a punteggio pieno. Lecce in campo col 4312 con Falco alle spalle di La Mantia e Palombi, e con Mancosu arretrato a centrocampo insieme a Scavone e Arrigoni. Nel Cittadella il cambio in attacco è invece totale: fuori Siega, Malcore e Strizzolo deludenti contro il Benevento, e dentro Schenetti alle spalle di Scappini e Finotto. Il primo tempo? Riflette il morale delle due squadre: padroni di casa più intraprendenti e subito avanti dopo un quarto d’ora di gioco con Mancosu (rigore dopo fallo di mano di Iori) e ospiti più in difficoltà, nonostante un tiro di Schenetti a sfiorare il palo dal limite sullo 0-0 che avrebbe potuto cambiare il parziale dei primi 45’. Nella ripresa partita sempre apertissima con occasioni da entrambe le parti. A inizio secondo tempo ci prova subito Drudi in mischia da corner (fuori), mentre Palombi si divora il quinto gol consecutivo fallendo solo contro Paleari l’uno contro uno su splendido assist di La Mantia. Gol sbagliato? Arriva quasi immediatamente il gol subito, che evita il terzo ko consecutivo al Cittadella. È proprio Strizzolo (bocciato come titolare e dentro da poco per Scappini) a segnare la rete del pareggio sugli sviluppi di un corner. Lecce a quota 9 in classifica. Il Cittadella poco sopra a 10.

1 nuovo post
SPEZIA-CARPI 0-0
29' - Conclusione improvvisa di Bartolomei dal limite dell'area di rigore. Volée di sinistro indirizzata sul secondo palo che viene respinta benissimo da Colombi in tuffo. 
- di marcosal93
SALERNITANA-VERONA 0-0
20' - Odjer ci prova dalla distanza! Il centrocampista della Salernitana arriva al tiro decentrato sulla destra dai 20 metri. Palla alta sopra la traversa di Silvestri. 
- di marcosal93
SALERNITANA-VERONA 0-0
15' - Grandissima azione di Matos a un passo dal vantaggio! Il numero 7 del Verona parte poco oltre il centrocampo e taglia a metà il campo finendo in area di rigore leggermente decentrato sulla destra. Mancino incrociato parato da Micai!
- di marcosal93
GOL DEL LECCE!
LECCE-CITTADELLA 1-0
14' - Sblocca la partita Mancosu su calcio di rigore! Spiazzato Paleari col destro incrociato sotto la traversa. Fallo di mano di Iori in area su cross dalla destra di Falco. 
- di marcosal93
LECCE-CITTADELLA 0-0
5' - Chance anche per il Cittadella dopo cinque minuti al Via del Mare. Scappini dal limite dell'area serve Schenetti di tacco: conclusione dal limite dell'area di rigore, decentrato sulla destra. Tiro rasoterra che sfiora il palo lontano. 
- di marcosal93
SPEZIA-CARPI 0-0
1' - Subito pericolosi i padroni di casa con Okereke. L'esterno di Marino salta Suagher lungo l'out di sinistra e penetra in area: esterno destro a centro area che non trova Galabinov, in ritardo sul cross basso. 
- di marcosal93
INIZIANO TUTTE LE TRE PARTITE DEL POMERIGGIO DI B!
1' - In campo Salernitana-Verona, Lecce-Cittadella e Spezia-Carpi.
- di marcosal93
Nel frattempo il via al derby di Roma, qui il LIVE:
 

Roma-Lazio LIVE

Roma si ferma, c'è il derby: i giallorossi arrivano dai 4 gol rifilati al Frosinone, mentre la squadra di Inzaghi insegue la quinta vittoria consecutiva in Serie A ​
- di marcosal93
Le squadre di B scenderanno oggi pomeriggio in campo col lutto al braccio per ricordare Luigi Agnolin. 
 
Questo il comunicato ufficiale:
"La Lega B, con il presidente Mauro Balata, il direttore generale Stefano Pedrelli, le associate e lo staff piangono la scomparsa di Luigi Agnolin, arbitro internazionale e galantuomo del calcio. L’abbraccio di tutta la serie B va alla famiglia del direttore di gara e al presidente dell’Aia Marcello Nicchi in rappresentanza di tutto quel mondo arbitrale per cui Agnolin si è dedicato con professionalità e devozione. La Lega B ha deciso che le gare di questa giornata si giocheranno con il lutto al braccio".
 

Muore l'ex arbitro Luigi Agnolin: aveva 75 anni

Arbitrò due edizioni del Mondiale (Messico '86 e Italia '90) e una finale di Coppa Campioni nel 1988 (PSV-Benfica, vinta dagli olandesi). Nel 1986 - in Argentina-Uruguay - annullò un gol a Maradona. Ha diretto 226 partite in A. E' stato anche dirigente sportivo e designatore
- di marcosal93

Uno sguardo ora alle formazioni ufficiali. Nel Lecce confermassimo da Liverani il 4312 con Falco alle spalle di La Mantia e Palombi, reduce da 4 gol nelle ultime due partite giocate. A centrocampo arretra Mancosu, con Scavone confermato e l’ingresso di Arrigoni. Nel Cittadella Venturato (squalificato, in panchina ci sarà Gorini) cambia invece tutto il tridente offensivo: fuori Siega, Malcore e Strizzolo deludenti contro il Benevento, e dentro Schenetti alle spalle di Scappini e Finotto

- di marcosal93

Nello Spezia Marino si affida invece a Galabinov, dentro solo a dieci dalla fine nel ko contro il Verona e nuovamente titolare contro il Carpi, affiancato dalle frecce Gyasi e Okereke. A centrocampo confermato Marco Crimi, con Ricci e Bartolomei che tornano in campo dal primo minuto dopo il turno di riposo di martedì. Nel Carpi Castori manda in campo Arrighini in attacco con Mokulu, match winner contro il Perugia, mentre Concas arretra a centrocampo.

- di marcosal93

Qualche cambio anche per Fabio Grosso e per il suo Verona che, dopo l’infrasettimanale vinto contro lo Spezia, rispolvera Tupta al centro dell’attacco con Pazzini in panchina. Accanto a lui ci sono Matos (in gol nell’ultima giocata) più Cissé. Turno di riposo per Laribi. Nella Salernitana la coppia d’attacco scelta da Colantuono è invece Djuric-Jallow, con Vuletich che si accomoda in panchina. 

- di marcosal93
Nel frattempo continua il caos sui ripescaggi:
 

Mossa Coni-Governo: commissione per i ripescaggi

Il Comitato Olimpico ha comunicato di aver promosso una riforma d’accordo col Governo per l’istituzione di una Commissione Speciale che possa giudicare velocemente sui ripescaggi
- di marcosal93
Questo invece il racconto dell'anticipo del venerdì:
 

Budimir salva il Crotone, 2-2 contro il Brescia

Nell'anticipo della 6^ giornata di Serie B, la squadra di Stroppa evita il 3° ko di fila impattando 2-2 contro il Brescia in pieno recupero. Merito del centravanti croato, autore di una doppietta nel match dopo l'inizio choc per il Crotone​
- di marcosal93
Nel pomeriggio di Serie B in campo sei squadre per il sesto turno di campionato. La capolista Verona cerca il quarto successo consecutivo e va a far visita alla Salernitana, reduce dal pari 1-1 contro l'Ascoli. Stati di forma opposta quelli invece tra Lecce (che arriva da due vittorie di fila grazie a super Palombi) e Cittadella, ex capolista incappata in due ko consecutivi. Lo Spezia, sconfitto nell'infrasettimanale proprio dal Verona. ospita invece il Carpi, che ha centrato la prima vittoria della (nuova) gestione Castori battendo 1-0 il Perugia. 
- di marcosal93

SALERNITANA-HELLAS VERONA 1-0 

68' Jallow
Salernitana (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi (51' Migliorini), Gigliotti; Casasola, Castiglia, Di Tacchio, Odjer, Vitale; Djuric (57' Vuletich), Jallow (78' Bocalon). All: Colantuono
Verona (4-3-3):
Silvestri; Crescenzi, Marrone, Caracciolo, Balkovec; Hederson (85' Pazzini), Dawidowicz, Colombatto (59' Zaccagni); Matos, Tupta, Cissé (59' Cissè). All: Grosso

Qualche cambio di formazione per Fabio Grosso e per il suo Verona capolista che, dopo l’infrasettimanale vinto contro lo Spezia, rispolvera Tupta al centro dell’attacco con Pazzini in panchina. Accanto a lui ci sono Matos (in gol nell’ultima giocata) più Cissé, e turno di riposo anche per Laribi. Nella Salernitana invece la coppia d’attacco scelta da Colantuono è Djuric-Jallow, con Vuletich che si accomoda in panchina. Nel primo tempo poche emozioni, se non il botta e risposta Matos-Odjer che si avvicinano al gol nello spazio di pochi minuti. Il primo con un percussione centrale fermata da Micai nell’uno contro uno in area, e col secondo con un tiro dal limite alto di poco. Ma è nel secondo tempo che il match si sblocca, sorprendentemente per la Salernitana e non per la capolista. Al 68’ è decisiva l’indecisione del portiere Silvestri che non interviene sul cross di Casasola sul secondo palo per Jallow che infila in rete di testa il vantaggio. Il finale è allora emozionante all’Arechi, con occasioni da una parte e dall’altra (su tutte il miracolo di Micai su Laribi da zero metri e Bocalon che si mangia il raddoppio di testa dal cuore dell’area di rigore) e col Verona in campo con quattro attaccanti (tra cui Pazzini) in contemporanea. Non ci sarà però spazio per il pari in extremis. Il Verona è ancora primo, ma ora a portata di Pescara e Benevento in campo tra domenica e lunedì. Per la Salernitana vittoria pesantissima.

SPEZIA-CARPI 2-1 

40' Mokulu (C), 57' Galabinov (S), 85' Maggiore (S)
Spezia (4-3-3): Manfredini; De Col, Terzi, Giani, Augello; Bartolomei, Ricci, Crimi (55' Maggiore); Okereke, Galabinov (59' Gudjohnsen), Gyasi (88' Vignali). All: Marino
Carpi (4-4-1-1):
Colombi; Pachonik, Suagher, Poli (46' Sabbione), Buongiorno; Concas (63' Piscitella), Mbaye, Di Noia, Pasciuti; Arrighini; Mokulu (77' Vano). All: Castori

Nello Spezia Marino si affida a Galabinov in attacco per tornare alla vittoria dopo l’ultimo ko contro il Verona, affiancato dalle frecce Gyasi e Okereke nel suo 433 disegnato in campo. A centrocampo confermato Marco Crimi, con Ricci e Bartolomei che tornano titolari dal primo minuto dopo il turno di riposo di martedì. Nel Carpi Castori manda invece in campo Arrighini in attacco con Mokulu, match winner contro il Perugia, che si ripete immediatamente anche nel finale di primo tempo del Picco. Prima frazione di gara segnata da due grandi parate di Colombi che salvano gli ospiti (su Bartolomei e Okereke), e col macroscopico errore dell’altro portiere, Manfredini, che buca l’uscita da corner regalando proprio a Mokulu il facile appoggio dell’1-0. Nella ripresa arriva però l’immediato pari proprio di Galabinov, che di testa fissa il punteggio sull’1-1 prima di uscire infortunato, al suo posto dentro Sveinn Aron Gudjohnsen, figlio di Eidur ex attaccante di Chelsea e Barcellona. Il 2-1 che ribalta il match porta invece la firma di Maggiore entrato per Crimi a inizio ripresa. Anche lo Spezia sale così nel “mischione” a 9 punti. Carpi fermo a 4.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche