Juve, da Evra a Kolasinac e N'Zonzi: il punto

CalcioMercato

Campo e mercato, i bianconeri non si fermano; con il difensore francese in partenza società e allenatore studiano le possibili alternative, tra eventuali acquisti e possibili soluzioni interne. Intanto Zaza si avvicina al Valencia, mentre lunedì sarà una giornata decisiva per il futuro di Riccardo Orsolini

La partita contro il Bologna è sempre più vicina, la Juventus anche oggi si è allenata a Vinovo sotto gli occhi di Massimiliano Allegri. Una squadra che, rispetto all’ultima partita giocata, avrà un elemento in più a disposizione, quel Tomas Rincon che ha aperto la campagna acquisti invernale del club bianconero. E per un centrocampista che arriva potrebbe esserci un difensore che parte. Patrice Evra, infatti, è davvero molto vicino a lasciare la Juventus già nei prossimi giorni. Il francese ha ricevuto una proposta dal Valencia ed ha già dato il suo ok di massima al trasferimento, dal momento che le parti hanno già raggiunto una base d’intesa. Prima di accettare la proposta però, Evra intende capire se esistono reali possibilità di tornare a Manchester per vestire la maglia dello United: la squadra attualmente allenata da Mourinho per lui è come una seconda casa e se esistessero davvero dei margini per vestire ancora la maglia dei Red Devils, il difensore allora opterebbe per il ritorno in Inghilterra.

Asamoah possibile soluzione interna - Al di là della destinazione, quello che sembra sicuro è che il difensore non resterà a Torino ancora per molto tempo, con la Juventus che ha già iniziato a muoversi per trovare l’eventuale sostituto: secondo quanto filtra, i bianconeri potrebbero optare per la soluzione interna, con Asamoah vice Alex Sandro e Mattiello (recuperato dall’infortunio) pronto ad fare a sua volta l’alternativa. Inoltre, anche Chiellini potrebbe ricoprire quel ruolo. Oppure, la società potrebbe tornare sul mercato già in questa finestra per provare a strappare Sead Kolašinac (classe 1993) allo Schalke 04, in scadenza prossimo 30 giugno.

Per il serbo c'è già il sì di Allegri -
Quello del bosniaco è un nome che già piaceva alla Juve - che avrebbe comunque provato a bloccarlo per giugno - ma la possibile partenza di Evra ha rivoluzionato i piani: ora i bianconeri vorrebbero provare a prenderlo subito, magari pagando un indennizzo al club tedesco che comunque non dovrebbe accettare a cuor leggero la sua partenza. Per i tifosi dello Schalke, infatti, Kolašinac è un idolo, mentre per i compagni e per l’allenatore è un calciatore molto importante a livello tattico e ambientale. Allegri avrebbe già dato il suo sì per averlo a Torino, poiché lo reputa un giocatore duttile che può fare sia il difensore centrale, sia il terzino, sia il centrocampista. In più, nonostante la giovane età, il bosniaco è apprezzato anche per il suo carattere da grande combattente.

Ricardo Rodriguez e N'Zonzi - Si dovrà attendere ancora qualche giorno per capire se e come si evolverà la situazione, ma la Juventus ha guardato in Germania anche per un altro calciatore, che potrebbe andare a rinforzare il reparto arretrato dei bianconeri: il nome è quello di Ricardo Rodriguez, naturalizzato svizzero del 1992 ora al Wolfsburg. Un profilo seguito anche dall’Inter (club che ha già anche un accordo di massima con l’entourage del giocatore) per cui la Juve ha chiesto informazioni. Un altro nome già circolato nelle scorse settimane (per quanto riguarda il centrocampo) è quello di N'Zonzi del Siviglia: un calciatore che piace molto e per cui i bianconeri sarebbero anche disposti a pagare la clausola rescissoria, ma a giugno. Il suo, insieme a quello di Tolisso, è uno dei nomi sempre al centro delle attenzioni di Marotta e Paratici.  

Zaza e Orsolini - Passando a parlare dell’attacco, chi un’intesa potrebbe trovarla presto con gli uomini mercato bianconeri è Riccardo Orsolini. Dopo gli incontri dei giorni scorsi, quella di lunedì potrebbe essere la giornata decisiva per sbloccare la situazione, con il giocatore che ha già fatto la sua scelta preferendo la destinazione torinese rispetto alle altre. Infine, per quanto riguarda le altre operazioni, anche il futuro di Simone Zaza potrebbe definirsi presto. Il calciatore, si sa, lascerà il West Ham e in queste ore si starebbe convincendo ad accettare l’offerta del Valencia. Ci sono stati dei passi avanti tra le parti e se alla fine dovesse dire sì al club che milita nella Liga, l’attaccante classe 1991 si trasferirebbe in Spagna con la formula del prestito, con un obbligo di riscatto fissato a 6-7 presenze. Movimenti in entrata e in uscita, nomi osservati, profili richiesti ed alternative tattiche da studiare. In attesa di scendere in campo domenica sera nella prima gara del 2017, la Juventus continua a lavorare anche sul mercato.

I più letti