Calciomercato Inter, altro indizio: Eriksen out in FA Cup. Mourinho: "Brutta situazione"

Calciomercato
©Getty

Sempre più vicino a vestire la maglia nerazzurra, il danese non è stato convocato contro il Southampton in FA Cup. Nel postpartita, lo sfogo di Mourinho: "Trovarsi in questa situazione il 25 gennaio non è bello, ma non è colpa del Tottenham"

CALCIOMERCATO, L'ULTIMO GIORNO DI TRATTATIVE LIVE

Un altro indizio avvicina Christian Eriksen e l'Inter. Venerdì è stata una giornata decisiva per il club nerazzurro per raggiungere l'accordo economico con il Tottenham, dopo averlo già trovato da tempo con il giocatore. Mancano solo gli ultimissimi dettagli, di natura strettamente burocratica. Ma nonostante questo, il giocatore danese non ha fatto parte della lista dei convocati di José Mourinho per la sfida di FA Cup degli 'Spurs' contro il Southampton (finita 1-1 e che costringe i londinesi a giocarsi la qualificazione nel replay). Una notizia che avvicina ulteriormente la fumata bianca dell'affare. L'ex Ajax potrebbe arrivare a Milano già nella giornata di lunedì 27, per sottoporsi alle visite mediche e firmare il contratto con l'Inter.

Le cifre dell'affare

Eriksen e l'Inter hanno trovato da tempo l'intesa sulla base di 8 milioni di euro più bonus. Il lungo lavoro dei dirigenti nerazzurri e degli intermediari è servito a limare la differenza tra domanda e offerta, convincendo il Tottenham a lasciar partire il giocatore classe 1992 già in questa sessione di calciomercato. L'Inter dovrebbe versare circa 20 milioni di euro (18 + 2 di bonus) nelle casse del Tottenham, che al contrario di quanto preventivato, ha fatto a meno di Eriksen anche per la sfida del quarto turno di FA Cup in casa del Southampton. E viene già da chiedersi come Antonio Conte potrebbe sfruttare il talento del danese nella sua Inter.

 

Le parole di Mourinho

Nel postpartita, analizzando la partita, José Mourinho ha parlato anche della situazione legata ad Eriksen: "Non voglio dire nulla. Anzi, dico solo che una situazione del genere non dovrebbe verificarsi il 25 di gennaio. E questa non è colpa del Tottenham". Lo 'Special One' parla anche del suo rapporto con il giocatore: "Fin dal momento in cui sono arrivato, Eriksen si è comportato in maniera molto, molto professionale, con me e con la squadra. Il Tottenham è l’ultima parte da poter biasimare per questa situazione, ma viverla il 25 di gennaio non è bello".

 

I più letti