Martin Satriano, chi è il nuovo attaccante dell'Inter che arriva dal Nacional

Calciomercato

Ha coronato il suo sogno di sbarcare in Europa e lo ha fatto senza aver mai esordito in Prima squadra col Nacional. Talento, gol da centrocampo e concretezza: chi è Martin Satriano, il 2001 acquistato dall'Inter che in Uruguay hanno paragonato addirittura a Ibrahimovic

CALCIOMERCATO, L'ULTIMO GIORNO DI TRATTATIVE LIVE

Sebastián Taramasco, coordinatore delle formazioni giovanili del Club Nacional, non ha dubbi: "Martin Satriano è il migliore talento della sua generazione, ha davvero un grande potenziale". Parere che l’Inter spera di vedere confermato sul campo. I nerazzurri infatti si sono assicurati questo giovane talento, classe 2001, che nelle scorse settimane era stato trattato anche dal Cagliari, società che da sempre ha particolare feeling con i calciatori uruguaiani: lo scatto dell’Inter però ha bruciato la concorrenza, con l’ormai ex joyita della cantera tricolor pronto a iniziare la sua avventura italiana: il giocatore è arrivato a Malpensa nel pomeriggio di giovedì 30 gennaio. Un colpo in prospettiva con l’Inter che ha ormai definito l’operazione con il Nacional, assicurandosi il giocatore che in passato era stato seguito anche da club di Premier.

Personalità e gol da centrocampo

Satriano è un attaccante dotato di ottime qualità fisiche (187 cm) capace di essere impiegato su tutto il fronte offensivo: da prima punta, al fianco di un altro attaccante o anche qualche metro dietro il centravanti. Destro naturale ma in grado di usare con disinvoltura anche l’altro piede, ha iniziato la sua carriera da trequartista per poi avanzare ancora il suo raggio d’azione. "Ha qualità per rifinire il gioco ma anche per concluderlo", ha affermato uno dei suo allenatori del settore giovanile. Ed è proprio nella cantera del Nacional che Martin Satriano si è messo in mostra: leader e capitano della squadra, con una personalità spiccata, come dimostrano i gol realizzati da centrocampo durante i campionati giovanili. Gusto per la giocata e concretezza, qualità che in patria hanno spinto ad alcuni paragoni decisamente importanti come quello, ad esempio, con Zlatan Ibrahimovic.

Sognando l'Europa nel mito di Ronaldinho e Luis Suarez

Prima punta capace di giocare anche al fianco di un altro attaccante, Satriano è in grado non solo di segnare ma anche di rifinire il gioco. Tanto che in un’intervista di un anno fa parlò di Ronaldinho come di uno dei suoi idoli: "Ho sempre ammirato molto la sua tecnica, così come quella di Riquelme. Oltre, ovviamente, a Luis Suarez". Uno che l’Europa l’ha conquistata, gol dopo gol. Stesso sogno del giovane Satriano ("Lavoro ogni giorno per riuscire ad arrivare a giocare in Europa"), pronto a iniziare l’avventura all’Inter senza mai aver esordito in gara ufficiali nella prima squadra del Nacional, nonostante alcune partite amichevoli e la preparazione pre-stagione con il gruppo allenato da Gustavo Munúa.

Figlio d'arte

Martin è il figlio di Gerardo "El Bocha" Satriano, calciatore molto conosciuto in patria negli anni 80 per i suoi trascorsi al Club Atlético Bella Vista. Chissà che il consiglio di accettare la proposta dell’Inter non sia arrivato anche da lui, visto che proprio in nerazzurro troverà – seppur in Prima squadra, mentre lui inizialmente con ogni probabilità verrà aggregato alla Primavera – i connazionali Godin e Vecino, figure che potrebbero risultare importantissime per il suo ambientamento in Italia.

Satriano al momento del suo arrivo a Maplensa: l'attaccante è pronto ad iniziare la sua avventura all'Inter

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.