Karl-Heinz Riedle a Sky Sport: "Haaland? Senza super offerta resta qui. Lazio nel cuore"

A SKY SPORT

L'ex attaccante della Lazio e attualmente in società nel Borussia Dortmund ha parlato a Sky Sport 24 del suo passato in Italia e del presente giallonero: "Haaland? Mai visto uno così, ha un contratto e senza una super offerta resta qui con noi. Il nuovo Haaland c'è già e si chiama Moukoko. Lazio un grande ricordo, Immobile bomber d'altri tempi". E poi svela il suo segreto per saltare così in alto

CITY-DORTMUND LIVE

Karl-Heinz Riedle alla Lazio è ancora ricordato con grande affetto. Tre stagioni in Serie A, una grande coppia con Sosa e più di trenta gol all'Olimpico. Colpo di testa come specialità, e la capacità di saltare altissimo. Oggi fa parte del club con cui ha vinto tanto in carriera, il Dortmund. Due campionati e la Champions del 1997 della finale contro la Juve, con tanto di doppietta personale. Karl-Heinz Riedle è stato ospite in collegamento a Sky Sport 24, insieme a Gianluca Di Marzio, parlando sia del suo passato in Italia che del presente del club giallonero. Impossibile, con la Champions alle porte, non partire da Haaland: "È un fenomeno - ha detto Riedle senza grandi dubbi -, non avevo mai visto uno come lui. È forte fisicamente, è veloce, ha diciannove anni ma gioca con l'esperienza di uno di ventotto. Siamo molto fortunati ad averlo qui".

Haaland e il mercato

CLASSIFICA

Nessuno come Haaland: tutti gli U21 più preziosi

"Tutti lo vogliono, è normale - ha proseguito Riedle in tema calciomercato, dopo gli incontri recenti sia con Barcellona che col Real Madrid -. Il suo futuro? Il Dortmund è una squadra dove un giovane può crescere, sa bene che questo non sarà l'ultimo club della sua carriera. Ma il Dortmund è stato chiaro: c'è un contratto e, se nell'estate del 2021 (quando ancora non vale la clausola da 75 milioni, ndrnon dovesse arrivare una super offerta, lui rimane con noi. È importantissimo. Il nuovo Haaland? C'è già e si chiama Moukoko, è bravo e intelligente, ma è ancora molto giovane (è un classe 2004, ndr). Sicuramente non è ancora al suo livello. Se Haaland dovesse partire servirà un sostituto di livello internazionale".

"Vi svelo il mio segreto per saltare così in alto"

Riedle è ancora oggi idolo indiscusso dei tifosi della Lazio: "Sono passati tanti anni ma è sempre un bel ricordo - ha proseguito -, per me l'Italia è stata una grande esperienza. Come facevo a saltare così in alto? Sono uno e ottanta, ma da giovane avevo fatto tanto salto in alto, è quello che mi ha dato grande elevazione. Seguo ancora oggi il calcio italiano. Tutte fuori dalla Champions? La concorrenza è molto forte, basti pensare alla Lazio che ha affrontato il Bayern Monaco. Immobile? È un centravanti d'altri tempi, peccato che in Germania (nel Dortmund nel 2014-15, ndr) non sia riuscito a far vedere quello che sa fare. È un peccato".

"L'Italia può fare un grande Europeo"

la news

Pubblico all'Europeo, ok del Governo alla Figc

Nel frattempo si avvicinano sempre di più gli Europei: "La Germania ha avuto qualche problema ma, esattamente come l'Italia, è una nazionale che quando conta fa sempre bene - ha detto Riedle -. Certo, il 6-0 contro Spagna è stato durissimo, e ci sono state tante critiche. Stesso discorso contro la Macedonia del Nord, non eravamo al cento per cento e loro hanno fatto la partita della vita. Ma Löw ha tantissima esperienza. L'Italia di Mancini? Può fare un grande Europeo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport