Psg, Al-Khelaifi blinda Mbappé: "Resta qui. Pochettino il nostro allenatore". Le news

Calciomercato
©IPA/Fotogramma

Il presidente del Psg fa chiarezza sul calciomercato in una lunga intervista rilasciata a L'Equipe. "Kylian rimarrà a Parigi, non lo venderemo mai e non andrà via gratis". Futuro in Francia anche per Pochettino: "Mai parlato con il nostro allenatore di un suo addio". E su Messi: "Ho detto a Laporta che dal primo gennaio il giocatore è libero di parlare con altri club. Qui vorrebbero venire tutti"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE IN TEMPO REALE

"Sarò chiaro: Mbappé rimarrà a Parigi, non lo venderemo mai e non andrà mai via a parametro zero". Parola di Nasser Al-Khelaifi. Il presidente del Psg ha rilasciato un'intervista a L'Equipe, ribadendo la posizione del club: l'attaccante francese, cercato dal Real Madrid, non si muove da Parigi. Il contratto di Mbappé con il Psg scade a giugno del 2022 e le trattative per il rinnovo sono in corso. "Non darò mai dettagli ai media ma posso dire che le cose stanno andando bene - spiega il numero 1 del Psg - Spero si possa arrivare presto a un accordo. Kylian è un ragazzo fantastico, come persona e come atleta. Lo ritengo uno dei migliori giocatori del momento e vincerà il Pallone d'Oro per molti anni. Ne sono certo". Con una replica anche alle ambizioni espresse di recente dall'attaccante classe 1998: "Se dice che vuole vincere non è un male. Anche noi siamo ambiziosi. Ma il club è al di sopra di ogni giocatore".

"Addio Pochettino? Mai parlato con lui di questo"

Da Mbappé a Pochettino. Al-Khelaifi nega la possibilità di un addio con l'allenatore argentino: "Con l'allenatore ci siamo incontrati due volte dopo la fine del campionato. Sono stati incontri di 2-3 ore e non mi ha mai detto o fatto capire che vorrebbe andarsene. Al contrario, era totalmente coinvolto in questioni come il calciomercato, i programmi e l'organizzazione della prossima stagione. Parla quasi tutti i giorni con Leonardo di trattative. Ha ancora due anni di contratto, è il nostro allenatore". Con un messaggio anche agli avversari: "Ci sono tante voci che cercano di disturbare il nostro cammino, ma nessuno riuscirà a rompere i nostri equilibri".

"Ho parlato di Messi con Laporta"

leggi anche

Laporta: "Messi vuole restare, stiamo parlando"

Al-Khelaifi ha anche svelato un dialogo avuto con il presidente del Barcellona Joan Laporta sul futuro di Leo Messi. "Se il suo arrivo a Parigi resta una possibilità? Non ha ancora rinnovato con il Barça. Come ho detto a Laporta, Messi è alla fine del suo contratto, quindi tutti i club hanno il diritto dallo scorso primo gennaio di parlare con lui e ingaggiarlo per la prossima stagione.  Quello che posso dire è che tutti i grandi giocatori vogliono venire al Psg: lo dico in generale. Non è possibile portarli tutti, soprattutto perché abbiamo già anche grandi giocatori. Poi, Messi è Messi: un giocatore fantastico".

"Neymar felice qui, rinnovo è stato semplice"

leggi anche

Neymar rinnova con il Psg, contratto fino al 2025

Una certezza per il futuro è Neymar. Il brasiliano, 9 trofei con il Psg e nella Top 10 dei più grandi marcatori della storia del club, ha rinnovato un mese fa il contratto fino al 2025. "Non è stato difficile raggiungere un accordo - spiega Al-Khelaifi - se ci è voluto più tempo del previsto è stato a causa dell'emergenza sanitaria ma ho mai avuto dubbi sul fatto che avrebbe rinnovato. Abbiamo respinto la proposta del Barcellona quando ha provato a ingaggiarlo. Nemmeno lui voleva trasferirsi anche se all'epoca non si era ancora adattato del tutto al club e a Parigi. Chiamatelo e vi dirà quanto è felice oggi al Psg".

"Superlega uccide i sogni"

leggi anche

Ceferin: "Agnelli per me non esiste più"

Spazio anche al capitolo Superlega. Il presidente del Psg resta molto critico nei confronti dei club che l'hanno ideata: "Avevano già provato a fare pressione sul fair play finanziario - spiega - cercando di impedire che altri club crescano con nuovi investitori. Si tratta della stessa dottrina che ispira la Superlega. Vogliono bloccare ogni competizione e restare tra di loro in un campionato chiuso. Sognare deve essere possibile per tutti i tifosi, questo meccanismo invece uccide i sogni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche