Eriksen all'Inter: ruolo, quotazione e consigli per l'asta del fantacalcio

fantacalcio

Il danese approdato all'Inter sarà uno dei pezzi pregiati dell'asta di riparazione. Per chi gioca al Superscudetto, il nuovo centrocampista nerazzurro è già acquistabile per 30 crediti. Nelle fantaleghe private in modalità "mantra", invece, sarà utilizzabile come trequartista

Inevitabilmente rappresenterà uno dei temi più caldi nel corso della puntata di FantaShow di venerdì 31 gennaio (appuntamento alle 18.00 su Sky Sport 24). Christian Eriksen entra a tutti gli effetti nei fantacalci italiani e al termine della sessione di mercato si aprirà un'asta spietata per assicurarselo nel consueto fantamercato di riparazione.

Una macchina da bonus

Il talento danese era atteso in primis dai nerazzurri, ma ampliando il discorso al fantacalcio, lo era da tutti gli intenditori di calcio. Coloro che si battono in modo cinico (che poi è il più efficace) sanno bene che dinanzi a una buona fonte di bonus non c'è maglia che tenga. Eriksen sotto la gestione Conte assicura una costante presenza, può garantire una notevole quota di assist (62 dal suo esordio con il Tottenham) e promette bonus derivanti da calci di punizioni (le calcerà lui) e qualche gol. Nella sua lunga esperienza in Premier League ha collezionato 226 presenze con gli Spurs andando a segno 51 volte. In particolare, si è distinto per la quantità di reti segnate da fuori area (23!).

Il suo valore a Superscudetto

È l'ultimo arrivato ma ha subito scalato le gerarchie: Eriksen debutterà nella lista centrocampisti del concorso di Sky con il valore più alto tra tutti i compagni di reparto dell'Inter. Il suo punteggio iniziale di 30 supera infatti quello di Brozovic (26), Barella (21) e Sensi (17) che sono pur sempre dei pezzi pregiati.

Un trequartista per il Mantra

La versione "mantra" del Fanta è una modalità sempre più apprezzata per i suoi connotati estremamente realistici. Per i fantallenatori che si cimentano in questo tipo di campionato, Eriksen sarà acquistabile all'asta nel ruolo di T. Trequartista puro, dunque impiegabile in moduli come il 3-4-1-2 o il 4-3-1-2. Dietro le punte, insomma. L'ideale per chi dispone di due buoni attaccanti e vuole puntellare la propria rosa con un'altro generatore di bonus. Immaginate, per esempio, un 3-4-1-2 con Gosens e Theo Hernandez esterni di centrocampo, Tonali e Castrovilli in mezzo, ed Eriksen alle spalle di Ciro Immobile e... Cornelius! Perché debuttare al fanta con un connazionale è sempre meglio, per rompere il ghiaccio e farsi spiegare nella propria lingua quanto sia importante il fantacalcio in Italia.

I più letti