Superscudetto, il peso del capitano al fantacalcio

Fantacalcio

Inizia la nuova stagione del fantagioco targato Sky Sport. Superscudetto si è rifatto il look introducendo tantissime novità in quella che può essere considerata una vera fanta-rivoluzione: oggi parliamo della variabile più importante, quella che potrebbe cambiare davvero le carte in tavola. Il peso dei bonus del capitano della nostra fantasquadra

PARTE LA STAGIONE DI SUPERSCUDETTO: ISCRIVITI SUBITO

SCOPRI LA NUOVA GAMEZONE

Una delle grandi novità della nuova stagione di Superscudetto è senza dubbio quella del capitano. Fino all'anno scorso c'era l'MVP, il miglior giocatore della partita che regalava un punto in più. Avevate in squadra 3 MVP? Arrivavano 3 punti extra. Le cose, come detto nella presentazione del nuovo fantagioco targato Sky Sport, sono cambiate. Anche questa scelta viene fatta in ottica fantallenatore: le variabili per indovinare lMVP di una sfida erano troppe e quel bonus era forse legato più alla sorte che all'abilità del fantagiocatore. Da sabato tutto cambia

Prima regola: ricordatevi il capitano

Ad ogni turno di campionato dovrete pensare alla formazione (cosa ovvia). E' davvero importante però ricordarsi di scegliere chi, del nostro XI titolare sarà capitano perchè, come dice il regolamento, il suo saldo bonus-malus sarà raddoppiato! Qualcuno penserà che anche in questo caso ci sarà una forte componente di fortuna. Studiando i vari bonus e puntando sui indiziati di gol o assist, la componente 'sorte' avrà un peso specifico minore. Anche in questo caso dovrete pensare a quale possa essere la strategia migliore. Un difensore? Uno che giocherà quasi sicuramente tutta la partita? Il bomber della nostra fantasquadra? Ogni ipotesi ha pro e contro quindi la scelta non pare così scontata ma ricordate sempre: quando fate la formazione ricordatevi il capitano.

Il capitano scala la classifica

Un altro aspetto da non sottovalutare è la possibilità di rientrare in gioco nella classifica generale di Superscudetto. In passato sbagliare un po' di scelte comprometteva in maniera quasi irrimediabile la scalata ai primi posti della classifica. Questo perchè anche chi stava davanti trovava spesso gol e assist ad ogni turno di campionato e inseguire diventava molto difficile e quindi molte scelte cambiavano. Qualcuno decideva di puntare sul premio settimanale, altri azzardavano formazioni 'fantasiose' per sperare di trovare bonus da giocatori che nessuno sceglieva. Oggi però anche questo cambia. Il 'raddoppio del saldo' del capitano ci permette di fare grossi salti in classifica. Bastano un paio di giornate giuste e potreste ritrovarvi catapultati nella parte altissima della classifica generale di Superscudetto. In più, come tra poco vedremo, chi sta in alto può sbagliare capitano e precipitare col 'raddoppio dei malus'

Dalle stelle alle stalle (e ritorno)

Come funziona nelo specifico la nuova regola del capitano? Facciamo tre esempi: uno super, uno medio e uno da incubo. In questo modo soddisferemo tutte le casistiche possibili.

  • Esempio 1: ho come capitano Immobile che fa tripletta, viene ammonito e gioca per 85 minuti. Voto in pagella 8
  • Esempio 2: ho come capitano Criscito che segna su rigore e fa un assist. Il Genoa vince la partita 2-0. Criscito gioca 90 minuti. Voto in pagella: 7
  • Esempio 3: ho come capitano G. Donnarumma che viene espulso per rosso diretto al 15' del primo tempo. Il Milan perde 2-3. Voto in pagella 5
Vediamo di fare due conti in base ai nuovi bonus di Superscudetto:
  • Immobile si becca +12 per i gol segnati, +3 per il bonus tripletta, +2 per aver giocato almeno 70 minuti. Il totale fa +17 ma dobbiamo anche considerare il -1 dell'ammonizione. Il saldo quindi fa +16. Questo +16 viene raddoppiato e diventa +32. Aggiungiamoci il voto in pagella (che NON va raddoppiato) e otteniamo un 40!
  • Criscito è difensore e quindi ottiene un +3 per il gol (e non +6 perche la rete su rigore resta +3 indipendentemente dal ruolo), poi abbiamo un +5 per l'assist, abbiamo un +3 per il clean sheet. Il Genoa ha vinto 2-0 e Criscito è difensore. Infine il bonus minutaggio: +2 per aver giocato almeno 70'. Non ci sono malus in questo caso. Criscito quindi, solo con i bonus, porta a casa un +13 che raddoppiato diventa +26. Con il 7 in pagella il totale di giornata fa 33!
  • G.Donnarumma ha giocato almeno 1 minuto e quindi si prende il bonus di 1 punto. Il resto è solo malus: il rosso diretto costa tanto visto che è un pesante -5. In più ci sono i tre gol subiti dalla sua squadra (non importa se Donnarumma non fosse in campo al momento delle reti prese). Quindi c'è un -3. A conti fatti il saldo dice -7 ma essendo capitano si deve raddoppiare...e...sì ragazzi...si raddoppiano anche i negativi quindi Donnarumma chiude con -14. Ora c'è il voto in pagella che è 5. Il suo totale di giornata è -9

 

Strategia del capitano

Chi conviene mettere quindi come capitano? Se il mio attaccante non segna e non fa assist ho solo il bonus minutaggio. Portiere e difensori rischiano il malus dei gol subiti. Coi centrocampisti non sempre vado sul sicuro in termini di bonus. Il consiglio è studiare la tabella dei nuovi bonus e provare a trovare una soluzione che vada bene nel lungo periodo. Non scartate a priori il portiere ad esempio. Loro giocano sicuramente 90 minuti (bonus +2) e se dovesse arrivare un clean sheet c'è da raddoppiare anche un +3). Poi se avete davvero davvero fortuna c'è anche il rigore parato. Difensori rigoristi o assistman sono una piccola manna visti gli alti bonus di cui godono. Il centrocampista bilancia bene tutto ma molti rischiano di rimanere senza bonus. L'attaccante è un grosso punto di domanda se comparato ad esempio con il portiere. Un gol e 75 minuti in campo? Col saldo raddoppiato è un +12

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche