Consigli asta fantacalcio: gli attaccanti da acquistare divisi per fasce

Fantacalcio

Durante la pausa il ‘fanta’ si completa: anche chi comincerà dopo la sosta si trova alle prese con le decisioni più importanti. Vietato sbagliare all’asta estiva. Ecco quindi una panoramica completa sugli attaccanti. Da quelli imprescindibili a quelli rischiosi, passando per le possibili sorprese. Ecco le nostre 5 fasce

CONSIGLI FANTACALCIO - I PORTIERI DIVISI PER FASCE

SCOPRI LA NUOVA GAMEZONE

Si potrebbe scrivere un libro sul fantacalcio solo per analizzare le strategie legate agli attaccanti. Il fantallenatore che non vuole brutte sorprese deve ‘semplicemente’ attenersi al piano prestabilito giorni prima. Facendo una divisione (realistica) del budget a disposizione per reparto, deve arrivare al punto nevralgico: super attaccante con spesa importante o bilanciamento senza stella di primissima fascia? Una volta stabilita la linea da seguire si deve portare a termine la missione senza cambiare in corsa perché ‘è rimasto solo quello che non volevo’. E’ una delle parti più complicate a livello strategico. Quasi sempre infatti stabiliamo un tetto di spesa per un top player ma a fine asta ci rendiamo contro che i nostri calcoli erano in difetto. Vediamo quindi un bel po’ di nomi da inserire nelle nostre 5 fasce

 

NOTA BENE: la seguente lista comprende i giocatori ‘listati’ come attaccaanti nel listone di Superscudetto

FASCIA 1 – LO METTO E NON CI PENSO PIÙ

Spendo una barcata ma se gioca 38 gare lo metto 38 volte. Questa è la filosofia di chi punta sull’attaccante di peso. Il problema sarà riuscire a completare il reparto con compagni che garantiscano un certo numero di gol e di voti decisamente sopra la sufficienza. Se avete tempo calcolate la media voto (passata) di un attaccante nelle sole gare nelle quali non segna. Per come giocano certe squadre, il gol cambia radicalmente il voto che, senza +3, sarebbe spesso ben sotto il 6,5.

  • CRISTIANO RONALDO (Juventus)
  • ROMELU LUKAKU (Inter)
  • ZLATAN IBRAHIMOVIC (Milan)
  • CIRO IMMOBILE (Lazio)
  • DUVAN ZAPATA (Atalanta)
  • FRANCESCO CAPUTO (Sassuolo)

Qualcuno pensava anche ad altri nomi ma a bocce ferme sono questi gli attaccanti che sulla carta potrebbero chiudere la stagione con oltre 20 gol. Non servono tanti ragionamenti, a parte pagare qualcosina di più i rigoristi che non rientrano in fascia 1 (ma sappiamo davvero quanti rigori verranno assegnati?). Questi sono attaccanti che difficilmente i vari allenatori faranno riposare durante l’anno e che anche a livello di minutaggio in campo, restano sul terreno di gioco per almeno 80 minuti, cosa da non sottovalutare quando pensiamo a punte che magari dopo 65 minuti vengono sostituite. Quando c’è da fare la formazione servirà solo sceglierne 10 perché questi vanno sempre messi avendo dimostrato di poter segnare in ogni partita, indipendentemente dall’avversario.

FASCIA 2 – UN GRADINO SOTTO I MIGLIORI

Il vero problema dell’attaccante al fantacalcio è la costanza. Se vi diciamo che Tizio farà tre gol in totale in tre gare, voi preferite tripletta in una e zero nelle altre due oppure a una distribuzione più omogenea in modo da poter sperare di vincere tutte le sfide di quella miniserie? Ci sono punte che non vedono spesso palla e che la buttano comunque dentro ma ricordate il discorso sulla media voto di quando non segnano? Altri invece possono aiutare con assist e voti costantemente buoni nonostante un bottino di reti inferiore a quello di fascia 1. Ragionando bene sul budget non è escluso che in certe leghe qualcuno possa arrivare addirittura a prendersi tre attaccanti di questo tipo

  • EDIN DZEKO & PEDRO (Roma)
  • ANDREA BELOTTI (Torino)
  • DRIES MERTENS & LORENZO INSIGNE (Napoli)
  • DOMENICO BERARDI (Sassuolo)
  • LUIS MURIEL (Atalanta)*
  • LAUTARO MARTINEZ (Inter)
  • PAULO DYBALA (Juventus)
  • CHRISTIAN KOUAME’ (Fiorentina)
  • MUSA BARROW (Bologna)
  • ANTE REBIC (Milan)

Anche in questa fascia troviamo attaccanti da schierare quasi sempre ma non è un ‘lo metto ad occhi chiusi’: per alcuni va fatto un certo tipo di ragionamento dato che in determinate gare, come ricordato, è il gol che fa la differenza tra un 5,5 e un 6,5+3. Il discorso su Muriel, che ha l’asterisco, è legato alla posizione di Ilicic. Sia lo sloveno che Gomez sono listati centrocampisti su Superscudetto ma quando Gasperini avrà tutti a disposizione, il colombiano rischia un po’ a livello di titolarità e nulla porta a pensare che i suoi numeri dalla ‘panca’ dello scorso anno possano trovare lo stesso seguito. Attenzione anche ai crediti da spendere per chi non ha il posto strasicuro: con Chiesa, CR7, Morata, Kulusevski, e Dybala, la Juventus può ruotare non poco. La ‘Joya’, saltuariamente, potrebbe avere solo una porzione di gara. Se lo compariamo ad esempio con Belotti (sempre titolare feriali e festivi), cambia magari l’aspettativa di gol tra un fantallenatore e l’altro ma l’utilizzo in campo (e da qui il prezzo da spendere) potrebbe essere abbastanza differente

FASCIA 3 – BUONI SÌ... MA NON PER OGNI GIORNATA

Impegni difficili, magari fuori casa dove il gol non è sempre certo ma anche gare selezionate nelle quali potrebbe arrivare l’expolit. Certo, azzeccare tutto non è semplice ma in questo caso avere una buona coppia di terza fascia in rosa può essere benefico a lungo andare. Le stagioni, si sa, sono costellate da infortuni, periodo no e tutto quel che conosciamo di negativo. Avere alternative tra i titolari, o accoppiare qualche nome forte della nostra rosa, non è certamente sconsigliato

  • FABIO QUAGLIARELLA (Sampdoria)
  • HIRVING LOZANO (Napoli)
  • GIANLUCA LAPADULA (Benevento)
  • ALEXIS SANCHEZ (Inter)
  • ALVARO MORATA (Juventus)
  • FELIPE CAICEDO (Lazio)
  • ANDREAS CORNELIUS (Parma)
  • KEVIN LASAGNA (Udinese)
  • DUSAN VLAHOVIC (Fiorentina)
  • MATTIA DESTRO (Genoa)
  • GREGOIRE DEFREL (Sassuolo)
  • ANDREJ GALABINOV (Spezia)

C’è anche qualche nome illustre in questa lista, giocatori che però sono scesi leggermente nella graduatoria di utilità al fantacalcio soprattutto per il rapporto bonus/prezzo. Come ricordato altrove su questi lidi, spesso un attaccante che ha avuto un’ottima stagione passata, tende a rimanere (nell’immaginario collettivo) tra quelle punte di primissima fascia. La storia spesso racconta però qualcosa di diverso e allora se non siamo praticamente certi dell’apporto in termini di reti stagionali, meglio collocare queste punte in una fascia a minor impatto di budget. Come sempre la chiave è l’aspettativa del fantallenatore. Più è realistica, magari arrotondata per difetto, e meglio spenderemo i nostri crediti all’asta estiva

FASCIA 4 – IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO

Per molta gente presente in questa sezione, la titolarità non è così un problema. Certo, a volte non saranno schierati (per vari motivi) dal primo minuto ma comunque, ad oggi, possiamo considerarli a pieno titolo degli attaccanti che quasi sicuramente prenderanno voto. Il problema continuità però aumenta la propria portata. Pause di 5/6 gare senza segnare? Certamente non è bello ma succede a moltissimi attaccanti. L’altro problema riguarda una media voto non proprio invidiabile (stando alla storia di alcuni) quando non la buttano dentro

  • FEDERICO BONAZZOLI (Torino)
  • ROBERTO INSIGNE (Benevento)
  • EMMANUEL RIVIERE (Crotone)
  • ANDREA FAVILLI (Verona)
  • RODRIGO PALACIO (Bologna)
  • STEFANO OKAKA (Udinese)
  • PATRICK CUTRONE (Fiorentina)
  • RAFAEL LEAO (Milan)

Qui abbiamo racchiuso anche un po’ di potenziali ‘falsi amici’ ovvero quei giocatori che nelle prime uscite stagionali hanno lasciato il segno ma che, col passare del tempo e con il rientro di alcuni infortunati, non dovrebbero avere così tanta continuità. Altri invece sono in cerca di riscatto ma qui la domanda è sempre legata all’aspettativa: cosa vuol dire riscatto? 5 gol? Di più? Insomma le valutazioni di ogni fantallenatore in questa penultima fascia sono decisive. Non pensate sempre all’opzione migliore perché spesso non è quella che poi si verifica e se pensate al passato capirete che è già successo.

FASCIA 5 – MEGLIO CHE GIOCARE IN 10

Le scommesse in attacco sono sempre più di moda e non è una strategia sbagliata. Prendere a pochissimo qualcuno che può ‘equivalere’ un attaccante più caro è sempre un’ottima cosa ma occhio a non prenderne troppe di scommesse visto che vi dovrebbero girare bene troppe cose. Titolari o ‘accoppiamenti’ con un titolare vanno bene entrambe. La seconda vi garantisce una presenza quasi costante e vi permette di sfruttare l’eventuale turnover di un allenatore in gare sulla carta o semplici o troppo complicate.

  • SAM LAMMERS (Atalanta)
  • GABRIELE MONCINI (Benevento)
  • SIMONE VERDI (Torino)
  • CARLES PEREZ (Roma)
  • RICCARDO SOTTIL (Cagliari)
  • EMMANUEL GYASI (Crotone)
  • YANN KARAMOH (Parma)
  • FERNANDO FORESTIERI (Udinese)

Come molti sanno gli ‘accoppiamenti’ in attacco ci permettono di poter sempre disporre di un titolare praticamente certo. Prendere uno come ad esempio Lammers senza avere in rosa un titolare dell’Atalanta è molto molto rischioso a meno di exploit clamorosi: spesso avrà minutaggio ridotto visto che parte da riserva e quando ci sarà qualcuno fuori non è detto che il primo della lista per una maglia da titolare sia lui. Altri hanno dalla loro la titolarità che, continuiamo a pestare su questo tasto, è fondamentale per evitare sconfitte dovute al numero di uomini in campo nella nostra fantasquadra. Un esercizio interessante che potreste fare in vista dell’asta è quello di contare quante volte, nella vostra lega, qualcuno ha giocato in 10 e segnarvi il motivo…vedrete che molti sono ‘rischi’ andati male per seconde scelte troppo ‘panchinare’

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche