Vettel-Raikkonen, un favoloso sabato Rosso. Ma adesso calma...

Formula 1

Carlo Vanzini

vettel_getty

Le due Ferrari partiranno davanti al GP di Ungheria seguite dalle Mercedes di Bottas e Hamilton in seconda fila. Gioia degli uomini in Rosso al termine delle qualifiche, con Arrivabene che predicava calma in vista della gara di domani

RIVIVI LE QUALIFICHE - GRIGLIA DI PARTENZA - TEMPI

ORARI E PROGRAMMA SU SKY

Ferrari senza mezze misure, se si prende la pole quest'anno si tira dietro sempre il colpo grosso, cioè la prima fila tutta Rossa. Russia, Monaco e adesso Ungheria, 3 pole e tre prime file firmate Ferrari, peraltro una in più rispetto alla Mercedes, in questa stagione.

Serviva una risposta, dopo il disastro, citazione di Vettel, di Silverstone e la risposta è arrivata. Il team principal Maurizio Arrivabene è stato eloquente con i gesti, mentre ingegnere e  meccanici che hanno fatto un gran lavoro per trovare il perfetto bilanciamento dopo un venerdì non brillantissimo, si abbracciavano, a dire calma, calma ragazzi, adesso pensiamo alla gara.

Che fosse una pista Ferrari lo dicevamo già dalla vigilia, ma è importantissimo che la Rossa lo abbia ribadito con i fatti, per scacciare i dubbi di una crescita esponenziale Mercedes. Calma, calma, adesso servono i punti pesanti per andare in vacanza confermando la leadership nel mondiale piloti e rimettersi in corsa per quello costruttori, non certo compromessa ma in salita, con 55 punti da recuperare.

In difficoltà i rivali e in particolare Hamilton che deve rimandare l'incontro con la storia e le 68 pole di Schumacher. Il tre volte campione del mondo quest'anno è stato davanti a Bottas in qualifica sei volte, cioè le sei volte che ha preso la pole, quando c'è stato da remare le ha sempre prese, come qui, dal compagno di squadra. Cosa vuol dire? Mah, che Bottas si adatta meglio quando la Mercedes non è un'astronave imbattibile? C'è da riflettere per Lewis.

A completare il capolavoro di Vettel ci ha pensato Raikkonen. La pressione di un contratto da rinnovare sta tirando fuori il meglio da lui e dopo la buona gara in Gran Bretagna a salvare lì il bilancio Ferrari, ha messo il fiato sul collo a Vettel, battendolo nel primo settore, per poi chiudere alle sue spalle ma non lontano a fine giro. 1-2 anche nelle firme sul contratto per entrambi, con annuncio a Monza.

Adesso la gara con Verstappen e Ricciardo, questa volta più spauracchio per i due Mercedes al via. Ago della bilancia mondiale. Altro spunto di interesse anche la gara di Bottas, attaccante, per la sua posizione in campionato, o a disposizione di Hamilton e della squadra dovesse essergli davanti anche nei momenti caldi della gara?

Calma, calma, alle 14.00 su i motori: si accendono i semafori, 5, 4, 3, 2, 1 e allo spegnimento il via del Gran Premio. Alla bandiera a scacchi le "ardue" sentenze.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche