Formula 1: conferenza piloti. Raikkonen: "Vettel il compagno ideale"

Formula 1

Raikkonen (fresco di rinnovo) ha parlato in conferenza stampa insieme al connazionale Bottas e Massa. prima di loro è stato il turno dei piloti più giovani: nella prima parte della conferenza sono intervenuti Verstappen, Ocon e Vandoorne. Fino a domenica il racconto in tv IN DIRETTA ESCLUSIVA su Sky Sport F1 HD (canale 207), online con il nostro live-blog

SEGUI LE LIBERE DEL VENERDI' LIVE

LA PROGRAMMAZIONE DEL GP DEL BELGIO

LE CLASSIFICHE DI F1

MOTORI, SUPERWEEKEND: MOTOGP A SILVERSTONE

Le parole dei piloti aprono ufficialmente il GP del Belgio: domenica al via la 12esima gara della stagione (CLICCA QUI PER LA PROGRAMMAZIONE COMPLETA DEL WEEKEND), che riparte dopo la pausa estiva. La Ferrari arriva nelle Ardenne caricata dalla doppietta in Ungheria, con Vettel primo e Raikkonen abile nel mantenere a distanza le due Mercedes. I titoli su Kimi sono già stati scritti alla vigilia del Gran Premio: il finlandese ha rinnovato il proprio contratto di un altro anno, confermandosi al volante della Ferrari per la quinta stagione consecutiva, l'ottava in totale della carriera in Formula1. il finlandese ha parlato del rinnovo e del futuro di Vettel in conferenza stampa, nella quale sono intervenuti anche Bottas e Massa. nella prima parte hanno parlato anche i piloti più giovani.

Raikkonen: "Vettel il compagno ideale"

Fresco di rinnovo, Kimi Raikkonen ha parlato della decisione: "Non avrei rinnovato se io e il team non fossimo contenti. Vogliamo sempre fare bene, migliorare. Ci sono ancora settori in cui dobbiamo crescere, dobbiamo riuscire a guadagnare ancora qualcosa in velocità, ma ultimamente è andata meglio, ho ottenuto dei risultati, sono fiducioso, stiamo arrivando al punto in cui vogliamo arrivare". Kimi e la Ferrari insieme verso la stessa direzione: "L'unica cosa che mi interessava era essere ancora qui l'anno prossimo. Non mi interessano le idee che hanno portato a questo, mi importa solo che il team la pensi come me. Dalla prossima gara non mi stupirei se mi faceste ancora le gare sul mio futuro, anche se ho rinnovato... Ma aver rinnovaro non cambia il risultato finale, certo è positivo ma non vincola le mie gare”. Poi il finlandese ha fatto un’importante investitura su Vettel: “Seb compagno preferito per il futuro? C'è un ottimo rapporto lavorativo, anche se non sono io a decidere chi rimane e chi va. Certo, sarebbe perfetto". Infine ha sottolineato la sua voglia di continuare a correre: "Mi piace correre, mi diverto e voglio fare bene. Se non sentissi di andare veloce non sarei più qui. Ho ancora interesse a impiegare il mio tempo qui, è il posto più bello per me. Finchè la gara sarà così importante e finchè mi sentirò me stesso e sentirò di poter lottare per il campionato continuerò".

Bottas: "Nessuna novità sul rinnovo"

Per un finlandese che ha rinnovato con il proprio team, ce n’è un altro ancora in attesa. Valterri Bottas sta attendendo di prolungare il suo rapporto con la Mercedes: “Non fa differenza non avere ancora rinnovato con il team. Sono abituato, negli ultimi 3 anni è stato così. Nella mia mente c'è solo spazio per la gara, non sento alcuna pressione". Il pilota ha poi parlato della lotta per il Mondiale: “Inizio la seconda parte nel modo migliore rispetto all'avvio del Mondiale, ora sono più a mio agio, è bello essere di nuovo qui a Spa”.

Massa: "Non vedo perché dovrei smettere"

Felipe Massa ha parlato del suo futuro e dell’ipotesi di smettere definitivamente: “Continuare nel 2018? Sono contento di come ho guidato nella prima parte della stagione, sono soddisfatto. Non vedo il motivo per cui dovrei smettere, se avrò l'opportunità di mantenere la posizione che mi spetta posso continuare. Sono molto sereno. Ora penso solo alle gare, poi vedremo cosa accadrà”. Poi una battuta sui progressi della sua Williams: “Dobbiamo migliorare la macchina soprattutto dal punto di vista del carico aerodinamico, come visto a Budapest e nei circuiti cittadini. Altri team riescono a sviluppare meglio la macchina rispetto a noi, dobbiamo spingere più forte per rendere la vettura più competitiva in gara. Fino ad ora non è andata ancora come speravamo”. Infine il brasiliano ha chiarito quello che è accaduto in Ungheria: “Ho avuto delle vertigini, non solo in macchina ma anche quando mi trovavo a letto. Sono cose che capitano. Non erano di sicuro le sensazioni adatte per gareggiare, così insieme al team e ai medici abbiamo deciso che non fosse il caso di gareggiare. Ho visto il GP da casa, era strano... Ma è stato anche interessante, ora mi sento pronto a tornare in macchina, questa è la cosa più importante”.

Verstappen: "Tutto chiarito con Ricciardo"

Verstappen, che avrà molti tifosi a Spa, ha detto di aver chiarito con Ricciardo dopo l'incidente nel GP di Ungheria: “Abbiamo chiarito tutto e confrontato i nostri punti di vista subito dopo la gara. Ho rivisto Daniel oggi, è tutto ok, continuiamo così cercando di andare a punti". Poi ha parlato del circuito di Spa: "Sarà più difficile quest'anno rispetto all'anno scorso. Non vedo l'ora di cominciare, sarà un weekend speciale per me. Dobbiamo andare in pista e verificare il bilanciamento della gomma. Il punto più difficile del circuito? Cambia ogni anno, molto dipende dal bilanciamento della macchina. Forse il settore 2, ma è difficile dirlo adesso. Non mi aspetto miracoli di nessun tipo qui dal nostro team". Infine una battuta sulle favorite del Mondiale: "Non credo che le nuove mappature e i nuovi controlli sulla vettura con cui affronteremo questa gara cambino il distacco tra noi e i team favoriti per il titolo, Ferrari e Mercedes”.

Vandoorne: "Alonso e il team decideranno il futuro"

Vandoorne, che a Spa correrà per la prima volta da pilota di Formula 1 nel Gp di casa, non si è sbilanciato sul futuro del suo compagno di squadra: “Alonso? È arrivato? Non l'ho ancora visto. Abbiamo avuto un ottimo rapporto fino ad ora, ma spetta al team decidere i piloti dell'anno prossimo. E' in scadenza di contratto, lo sappiamo, dovrà confrontarsi con il team e decidere”. Il belga ha poi parlato dei progressi della McLaren: “Tutto sta andando nella direzione giusta, la macchina è più adatta al mio stile, siamo stati molto vicini sia in qualifica sia in gara io e Fernando. La seconda parte andrà ancora meglio, ne sono sicuro. E' stato bello avere un po' di tempo libero, l'ultimo mese era stato molto impegnativo. Sono molto contento di essere a Spa per la prima volta come pilota di F1, sono davvero emozionato. Le penalità in gara? E' un peccato, ma con le condizioni meteo mutevoli può essere che si siano possibilità in più per cambiare le posizioni in griglia”.

Il circuito

Con i suoi 7 chilometri, quello di Spa-Francorchamps è il circuito più lungo tra quelli in calendario, il cui mix di rettilinei e curve veloci ne fanno uno dei tracciati preferiti da molti piloti. L'anno scorso vinse Nico Rosberg davanti a Daniel Ricciardo ed Lewis Hamilton (che invece trionfò nel 2015), mentre Sebastian Vettel non andò oltre il sesto posto.

Il meteo è una delle variabili più mutevoli e difficili da interpretare (può piovere su una parte della pista ed esserci il sole su un'altra). Per la prima volta Pirelli porterà in Belgio i pneumatici P Zero Purple ultrasoft, insieme a P Zero Red supersoft ed a P Zero Yellow soft, le tre mescole più morbide disponibili. Ma è facilmente prevedibile l'impiego anche dei Cinturato Green intermediate e Cinturato Blue full wet.

Attenzione, però, perchè sarà un Superweekend di motori: oltre alla F1 toccherà anche alla MotoGP, che scenderà in pista a Silverstone. Nuovi orari per le gare di domenica: Moto3 alle 13.40, Moto2 alle 15 e MotoGP alle 16.30 in DIRETTA ESCLUSIVA su Sky Sport MotoGP HD (canale 208).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche