GP Italia, dalla partita alla parata: ecco la settimana di Monza

Formula 1
gp_monza_getty__2_

Le monoposto di Formula 1 scenderanno in pista venerdì per le prove libere, ma il GP d'Italia offre spettacolo per tutti i tifosi già da martedì. Ecco una mini-guida per non perdervi neanche un evento della settimana di Monza, dalla partita dei piloti al Brianteo alla parata d'auto d'epoca al Castello Sforzesco

GP MONZA, LA GUIDA TV

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE

L’edizione numero 88 del GP d’Italia è già iniziata. La settimana che porterà alla gara di Monza sarà caratterizzata da eventi che contribuiranno a far salire l’attesa ad alti livelli. Il nostro Paese è da sempre terra fertile per gli appassionati di motori, che in occasione del GP di Monza affollano le città della Lombardia per qualche giorno di turismo nel Bel Paese. Non ci sono soltanto prove libere, qualifiche e gara. Da quest’anno ci sono importanti novità che renderanno la settimana di Monza ancora più speciale per i tifosi.

Martedì 29 agosto: la settimana di Monza sarà aperta ufficialmente dalla conferenza stampa delle autorità del GP d’Italia che si terrà martedì. A differenza di altre volte, questa conferenza stampa avrà un valore speciale perché lancia un messaggio importante al circus della Formula 1: il GP d’Italia c’è e non ha alcuna intenzione di farsi da parte, nonostante i problemi dell’ultimo anno. La gara resterà a Monza almeno fino al 2019. "Spero che si corra qui per altri 100 anni", aveva affermato Ecclestone nell’estate 2016 al momento del rinnovo. I tifosi italiani sperano di poterlo accontentare. Monza è un pezzo di storia importante della Formula 1.

Mercoledì 30 agosto: la giornata di mercoledì sarà caratterizzata da uno degli eventi più curiosi: la partita tra piloti allo stadio Brianteo di Monza (calcio d'inizio ore 20:00). Nello specifico, la Nazionale Piloti sfiderà la squadra “Assolombarda” e la squadra “Scuderia Ferrari Club Caprino Bergamasco e Varese” in occasione dall’evento di beneficenza “Pit-Stop alla Solidarietà”. L’incasso dell’incontro sarà interamente devoluto in beneficenza. Il costo dei biglietti è di 5€ per la tribuna, entrata gratuita per i bambini fino a 6 anni d’età (sarà possibile acquistare i biglietti direttamente allo stadio).

Giovedì 31 agosto: dopo la consueta conferenza stampa, giovedì pomeriggio i piloti saranno protagonisti di due eventi molto particolari. Alle 17 scenderanno in pista a Monza per una curiosa sfida di kart tra 5 piloti di Formula 1 contro 5 leggende del calcio. Poi, nel tardo pomeriggio, ecco un nuovo evento: una parata di auto d’epoca in città, come già successo a Londra prima del GP di Silverstone. La sfilata, chiamata “Milano Drivers’ Parade”, è stata organizzata da Aci Storico, in collaborazione con Club Millemiglia e Automobile Club Milano. Si partirà alle 18.30 da piazza Castello a Milano. I piloti di Formula 1, a bordo di auto storiche, sfileranno all'interno del Parco Sempione, e arriveranno fino al locale Old Fashion, teatro di una grande festa inaugurale (si entra solo su invito). Alla parata parteciperanno i ferraristi Raikkonen su Ferrari 750 Monza del 1956 e Giovinazzi su Lancia Aurelia B24 spyder del 1956; Bottas su Mercedes 190 roadster del 1957; Alonso su Lotus 11 del 1957 e Vandoorme su Lancia Lambda del 1927; Ricciardo su Aston Martin Le Mans del 1933 e Verstappen su Bentley 3 litre del 1923; Sainz su Diatto Bugatti 23 GP del 1921 e Kvyat su Rally ABC del 1930; Stroll su Maserati A6 GCS del 1954; Grosjean su Ferrari 857 del 1955 e Magnussen su Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930; Palmer su Renault 750 Sport del 1954. 

Domenica 3 settembre: venerdì, sabato e domenica le auto di Formula 1 ruberanno la scena con le prove libere, le qualifiche e la gara del GP d’Italia. Ma a Monza la partenza sarà anticipata da un altro evento emozionante. Domenica le auto storiche saranno utilizzate ancora una volta per condurre i piloti di Formula 1 nella tradizionale parata che precede l’inizio della gara. Oltre ai già citati abbinamenti della sfilata del giovedì, ci saranno in più Sebastian Vettel a bordo di un’Alfa Romeo 8C 2300 Le Mans del 1931, Lewis Hamilton su una Mercedes 300 SL roadster del 1956, Sergio Pérez su Ballot del 1921 (che è l’auto vincitrice della prima edizione del Gran Premio d’Italia), Esteban Ocon su Roselli Stanguellini 1100 Sport del 1949; Felipe Massa su OM 665 Superba del 1931; Nico Hulkenberg su una factory car della stessa Renault; Marcus Ericsonn e Pascal Wehrlein rispettivamente su Ferrari 250 MM spider Vignale del 1953 e su F. L. 1100 Sport del 1952.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche