Formula 1, Stroll, Sirotkin e Kubica: alla scoperta dei piloti Williams

Formula 1

Carriere, sfide e sogni dei piloti della Williams per il Mondiale 2018. Stroll chiamato a migliorare il 12esimo posto della scorsa stagione, Sirotkin a far dimenticare un fuoriclasse come Massa. E Kubica, tornato nel Circus dopo 7 anni, cercherà come collaudatore di cogliere tutte le chance che arriveranno tra test e prove libere

PRESENTATA LA WILLIAMS - LE FOTO DELLA FW41

F1 IN DIRETTA ESCLUSIVA SU SKY - IL CALENDARIO 2018

PILOTI E SCUDERIE 2018 LE DATE DELLE PRESENTAZIONI

Un canadese, un russo e un polacco. E' questa la geografia e la line up dei piloti Williams per il Mondiale 2018, il primo dopo l'addio di Felipe Massa alla Formula 1. Lance Stroll, Sergej Sirotkin e Robert Kubica, quest'ultimo nel ruolo di collaudatore di lusso, avranno il compito di rilanciare la scuderia di Grove dopo anni tra luci ed ombre, culminati con il 5° posto nella classifica costruttori 2017. Il che, in soldoni, vuol dire essere stata la penultima a piazzarsi tra i top team (peggio ha fatto la McLaren), tra l'altro ritrovandosi davanti la Force India. "Operazione rilancio" potrebbe essere allora il titolo della prossima stagione per la squadra di Sir Frank, che, come detto, si affida a un canadese, un russo e un polacco.

LANCE STROLL 

Nasce il 29 ottobre 1998 a Montréal (Canada). Figlio del miliardario Lawrence Stroll - conto corrente alla mano uno dei più ricchi al mondo e proprietario del circuito di Mont-Tremblant - il piccolo Lance inizia a farsi notare con i kart facendo suoi il campionato nazionale Rotax Micro Max (2008) e Rotax Junior (2010). A 11 anni entra nella Ferrari Young Driver Academy. Partecipa al campionato italiano F4 nel 2014 e vince nella serie neozelandese Toyota Racing Series l'anno successivo. Poi passa dalla Ferrari Driver Academy alla Williams. Conquista nel 2016 il campionato europeo F3 e viene convocato dalla Williams per il "saltone" di categoria e partecipare al Mondiale F1 del 2017 al posto di Valtteri Bottas. Decisione che, data l'inesperienza, lascia molti perplessi molti. Il debutto è un mezzo disastro (si parlerà ironicamente anche di DisaStroll): nel GP d'Australia scatta ultimo ed è costretto al ritiro dopo 40 giri per problemi ai freni. Chiude la stagione al 12° posto, a 40 punti, 3 in meno del compagno di squadra Felipe Massa.
 

SERGEJ SIROTKIN

Russo, nato a Mosca il 27 agosto 1995, Sergej Sirotkin ha cominciato a correre a 7 anni sui kart ed è stato motoristicamente svezzato nel prestigioso vivaio SMP Racing. Quattro anni dopo diventa campione kart a Mosca, nel 2007 vince il titolo nazionale e si conferma nel 2008. A 14 anni arriva in Europa e partecipa alla Formula Abarth: debutta a Vallelunga con Jenzer Motorsporte e ottiene buoni risultati. Nel 2011 corre anche nelle Formula Abarth European Series: 5 vittorie, 5 podi e successo finale. Nel 2012 chiude terzo il campionato Auto GP con l'Euronova Racing. Con lo stesso team conseguirà due successi in F3. E' invece il 2013 quando la Sauber mostra un interesse per il ragazzino russo alle prese con la Formula Renault 3.5. Sauber lo ingaggia come collaudatore e lo fa esordire su una F1 l’8 aprile durante i test in Barhain (75 giri, 300 km e 8° tempo). La stagione successiva prende parte al primo GP, tra l'altro davanti al suo pubblico, in una sessione di libere archiviata con il 17° tempo. Nel 2015 e nel 2016 è in GP2, mentre nel 2017 è terzo pilota del team Renault e corre la 24 Ore di Le Mans. Ora la grande chance da titolare alla Williams.
 

ROBERT KUBICA

Del 33enne di Cracovia (7 dicembre 1984) sappiamo tutto. Dalle prime accelerate, addirittura a 4 anni, passando per l'esordio sui kart in Polonia quando ne aveva 10 e fino al debutto in Formula 1 nel 2006 come collaudatore della BMW Sauber. In quella stessa stagione esordì nel GP d'Ungheria per sostituire Jacques Villeneuve e divenne il primo polacco a correre in F1. La gara non andò benissimo: 7° al traguardo ma squalificato perché la vettura era di 2 Kg sotto il peso stabilito. Nel 2010 il passaggio alla Renault. Nella massima serie ha ottenuto 1 vittoria, 1 pole, 12 podi e 273 punti. Nel 2011 l'inciente nel Rally Ronde di Andora, in Liguria, che sembrava aver compromesso del tutto la sua carriera in F1. Il 2017 è l'anno della manovra di (ri)avvicinamento al Circus: i test con la Renault sono positivi e sembra in grado di rientrare con la scuderia francese. Poi arriva la Williams. Il sogno ma soprattutto l'obiettivo di Kubica di tornare dopo sette anni di assenza con il ruolo da titolare, però, si è in parte scontrato con esigenze diverse del team britannico. E così fa sì il suo ritorno ufficiale in Formula 1, ma da terzo pilota. Il suo lavoro sarà principalmente dietro le quinte, ma le opportunità di mettersi al volante ci saranno sia nei test che in qualche sessione di libere. Il sogno, quello alto, rimane intatto. Come la sua determinazione che con il tempo è diventata ancora più forte. Forza di volontà che lo ha fatto tornare.

FORMULA 1: SCELTI PER TE