Formula 1, GP Francia 2019 a Le Castellet: la guida del pilota

Formula 1

Matteo Bobbi

Scopriamo i segreti del Paul Ricard, teatro dell'ottava gara del Mondiale di Formula 1. Attenzione a curva 11, molto difficile e dove si gira quando si è ancora con il gas spalancato in 8^ marcia

GP FRANCIA: 1° HAMILTON, 3° LECLERC, 5° VETTEL

CASO VETTEL, RICORSO FERRARI RESPINTO

GP FRANCIA GUIDA TV - L'ESTATE DEI MOTORI SU SKY

Ottavo Gran Premio del Mondiale, la Formula 1 è in Francia. Scendiamo in pista, sul tracciato del Paul Ricard di Le Castellet, per scoprire come i piloti dovranno comportarsi in qualifica e in gara: curve, accelerate e frenate che scopriamo con la "Guida del pilota".

Curva 1. Si frena intorno ai 70 mt, si passa da 8^ a 5^ marcia; punto di corda ritardato, bisogna portare velocità ma posizionarci bene per curva affrontare curva 2.

Curva 8/9. Grande frenata al cartello dei 100 m, applicando circa 150 kg sul pedale del freno. Si effettua in 4^ marcia curva 8 per poi scalare in 3^ marcia per curva 9, dove conta generare trazione in uscita.

Curva 10. Si percorre in pieno in 8^ marcia a circa 320 km/h.

Curva 11. Molto molto difficile, si gira quando si è ancora con il gas spalancato in 8^ marcia; curva con 2 punti di corda, il primo lo si percorre in 8^ marcia nel momento di attacco frenata, il secondo in 5^ marcia in uscita mentre si ha il gas già aperto. Curva da sottosterzo cronico che spesso si tramuta in sovrasterzo. Velocità minima al secondo apex point è di circa 180 km/h.

Curva 15. Ultima curva, si percorre in 3 marcia a circa 95 km/h, non bisogna attaccare la frenata, il target è generare trazione in uscita per il lungo rettilineo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche