Formula 1, GP Singapore: i team radio di Vettel e Leclerc a Marina Bay. VIDEO

Formula 1

La gioia del vincitore Vettel e la delusione, poi rientrata, di Leclerc: la gara di Singapore e la doppietta Ferrari riassunta nei due team radio dei piloti. Il monegasco non convinto dalla strategia, dall'altra parte la festa del tedesco che trionfa dopo un lungo digiuno e torna a urlare: "Grazie ragazzi!". Sul podio Charles sottolinea l'importanza del risultato ottenuto dal team a Marina Bay

HIGHLIGHTS DELLA GARA - VIDEO. FESTA FERRARI - FOTO. LE 84 DOPPIETTE FERRARI

CLASSIFICHE DEL MONDIALE - VIDEO - REPLICHE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

"Grazie ragazzi, grande gara! Forza Ferrari, sempre!". Era un po' che non sentivamo Sebastian Vettel gioire così per una vittoria nel Mondiale. Una scena che mancava alla Formula 1 e alla Ferrari da ben 22 gare, esattamente dal GP del Belgio del 2018. Il successo del tedesco consegna alla Scuderia di Maranello la terza vittoria consecutiva in un campionato che si riaccende, anche se la leadership di Lewis Hamilton e della Mercedes non è in discussione. Poco conta, al momento. Spa, Monza e Marina Bay hanno rilanciato un Cavallino che fino alla gara in Belgio avava giarato al piccolo trotto. Vittoria giusta e meritata quella del 32enne tedesco, soprattutto in chiave Mondiale 2020, per allontanare i rumors su ipotetici cambiamenti nel garage rosso. 

Leclerc deluso, ma è tutto superato

Il successo di Vettel, che ha in sé una bella dose di voglia di riscatto e grinta, si è di fatto consumato dopo il pit stop tra i giri 20 e 21, quando il tedesco è rientrato in pista davanti Leclerc che guidava la gara con Hamilton alle sue spalle. La strategia del team, votata a blindare il successo della Rossa ma anche a difendere il tedesco da Verstappen, non è piaciuta a Charles, che via radio ha manifestato il suo umore.

Alla bandiera a scacchi

Anche sul podio Leclerc non ha potuto nascondere un pizzico di delusione: "La strategia dei pit stop era stata fissata prima della gara, io mi sono attenuto ai piani". Ma ha anche dimostrato di aver compreso e accettao la dinamica di quanto avvenuto, pur attendendo un confronto per chiarire: "Capisco che non è stata una decisione contro di me, ma per il bene del team. È difficile perdere così e accettarlo quando sei in macchina. Devo avere delle spiegazioni per capire questa situazione. Sono contento per Vettel e speriamo nella prossima gara".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche