Formula 1, Horner difende Verstappen: "Parole forti, ma in un momento delicato"

Formula 1

Il team principal Red Bull difende Max e chiarisce la propria posizione: "Se avessimo notato qualcosa, ci saremmo fatti avanti come team"

GP BRASILE, CRONACA DI LIBERE 3 E QUALIFICHE

Anche a Interlagos non si placa la polemica tra il pilota della Red Bull Max Verstappen e la Ferrari. Dopo le dichiarazioni dell'olandese dopo il terzo posto ad Austin, e la dura replica di Mattia Binotto, non è mancato un botta e risposta anche alla vigilia del penultimo weekend del 2019 della Formula 1 in Brasile. Giovedì Sebastian Vettel ha espresso tutto il suo disaccordo con le parole di Verstappen, che ai microfoni ha voluto sorvolare sulla questione, senza fare alcun passo indietro. In difesa del pilota è intervenuto il team principal Red Bull, Christian Horner.

"L'uscita di Max è arrivata in un momento particolare"

Horner ha provato a supportare l'uscita del giovane talento della casa austriaca: "Quando i piloti scendono dalla macchina è sempre un momento difficile. Parlano la propria lingua, e a volte sono tradotti in malo modo. Le sue sono sicuramente dichiarazioni forti, ma credo ne abbia già parlato". Il dirigente della Red Bull chiarisce anche la propria posizione: "Se credessimo che le altre macchine hanno qualcosa che non va, lo avremmo fatto notare. Siamo contenti che lo status delle altre macchine sia sempre secondo il regolamento".

"Serve la massima chiarezza"

Horner ci tiene anche ad affrontare anche un altro punto: "Il problema delle macchine è che sono troppo complicate, in particolare nella Power Unit. Per questo serve avere chiarezza. Alla vigilia dell'inverno è fondamentale avere chiarezza su cosa sia concesso e cosa no. E credo che la FIA sta operando al meglio su questo punto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche