Formula 1 virtuale: il regolamento del GP di Australia (Melbourne)

F1
Matteo Bobbi

Matteo Bobbi

Torna la Formula 1 virtuale: sul tracciato di Melbourne prevista una griglia di partenza particolarmente interessante, con Leclerc che guida un gruppo inedito di piloti titolari. Novità anche nel regolamento: l'appuntamento al via domenica 5 aprile dalle 21 su Sky Sport F1 (canale 207) sarà doppio, per regalarvi uno spettacolo ancora più speciale rispetto a quello del Bahrain

GP VIRTUALE D'AUSTRALIA: CRONACA E HIGHLIGHTS

In attesa di tornare in pista, quella vera, di tornare a raccontare i duelli tra Mercedes, Red Bull e Ferrari, la F1 si appresta domenica a regalarci la tappa numero due di questo inaspettato campionato virtuale.

I piloti di F1 in griglia

Se il primo round corso il 22 Marzo in Bahrain e vinto dal cinese Zhou ha visto solo un numero ridotto di piloti professionisti e di F1 al via, la seconda gara prevista sul circuito australiano di Albert Park vede la griglia virtuale arricchirsi di nomi illustri: Leclerc, che troverà come compagno di squadra in Ferrari il fratello Arthur, da poco entrato a far parte dei cavallini della FDA (Ferrari Driver Academy); Russell, inglese abitualmente al volante della Williams, pilota del quale tanto bene si parla; Albon, pilota Red Bull promosso dal team austriaco a seconda guida di Verstappen lo scorso anno; il confermato Norris, fenomeno dentro e fuori dalla pista, capace con la sua personalità di intrattenere e conquistare il publico; infine il nostro Antonio Giovinazzi su Alfa Romeo, che rappresenterà il tricolore insieme a Luca Salvadori motociclista e youtuber affermato già presente nella tappa inaugurale. Insieme a loro correranno altri ospiti, vestiti da pilota per l’occasione ripercorrendo il format visto nella gara inaugurale. La buona notizia arriva propio nel vedere la entry list arricchirsi di piloti titolari di F1, segno che poco a poco hanno deciso di mettersi in gioco anche loro, nel tentativo di regalare spettacolo a chi sta a casa e, perché no, anche un paio di ore di serenità in un momento difficile per tutti, decisione non banale in un mondo cosi competitivo come quello della F1 dove tutto e tutti sono portati al limite estremo.

Le qualifiche

Il format prevede un turno di qualifiche di 12 minuti nei quali i piloti dovranno spingere forte per assicurarsi la miglior posizione sulla griglia di partenza. La mescola con la quale i piloti otterranno il miglior tempo in qualifica sarà quella con la quale dovranno partire in gara.

Il numero di giri

La gara prevede 28 giri quindi pari a quasi il 50% della gara reale con un pit stop obbligatorio nel quale bisogna cambiare necessariamente mescola di pneumatici.

I set-up

Le vetture saranno quelle che hanno corso il Mondiale di F1 nel 2019, ma le prestazioni saranno equiparate, i set up saranno uguali per tutti per aumentare ancora di più lo spettacolo, mentre i danni saranno attivi anche se in forma ridotta.

Il videogame

La piattaforma che i piloti utilizzeranno sarà quella ufficiale di F12019 prodotta e sviluppata da Codemaster.

La nuova sfida

Altra novità è quella della introduzione di una ulteriore gara dove questa volta i protagonisti saranno i piloti professionisti del mondo Esport, ovvero i piloti che andranno poi a correre il Mondiale eEsport F1 che vede campione in carica un pilota italiano, David Tonizza, campione propio con il team Ferrari.

Appuntamento domenica alle 21

Lo so, avremmo preferito tutti assistere alla gara reale in Vietnam prevista per questo weekend, ma il momento è difficile e sono sicuro che sarà comunque bellissimo stare insieme un paio di ore parlando di quella che comunque è la nostra passione comune, ovvero quella del Motorsport. L'appuntamento è quindi per domenica ore 21 canale 207, commento di Carlo Vanzini, mentre io tornerò per un paio di ore nel mio luogo preferito.. La Sky Sport Tech Room.

 

Ah, dimenticavo: correrà ancora anche Jonnhy Herbert...si salvi chi può :)

F1 Australia GP virtuale
F1 Australia GP virtuale

FORMULA 1: SCELTI PER TE