F1, Ricciardo a Sky: "Rinnovo Renault? Vorrei aspettare per parlare, ma luglio è tardi"

Formula 1
Mara Sangiorgio

Mara Sangiorgio

ESCLUSIVA. Daniel Ricciardo pensa alla prima gara della stagione ma soprattutto al suo futuro: “Questa situazione rende tutto più difficile, vorrei aspettare per parlare del rinnovo con Renault ma luglio è troppo tardi”.  A fine anno il contratto con il team francese scadrà e l’australiano sa di essere, insieme a Carlo Sainz, nell'orbita Ferrari nel caso in cui Vettel non estenda il suo accordo per il 2021

FERRARI-VETTEL, ADDIO A FINE 2020: L'ANNUNCIO UFFICIALE

Dopo la turbolenta cancellazione della sua gara di casa a marzo, Daniel Ricciardo è rimasto in Australia per passare questo periodo particolare e tenersi allenato in vista del primo Gran Premio della stagione. Isolato in una fattoria di sua proprietà, si sta preparando fisicamente per cercare di farsi trovare nelle miglior condizioni possibili quando a luglio dovrà tornare in macchina, pensando che le condizioni fisiche dopo 4 mesi senza guidare non siano il vero problema. L’australiano è sicuramente con la testa alla stagione che non è ancora iniziata e che sarà la sua seconda con il team Renault, ma sta ovviamente anche pensando al suo futuro. A fine anno il suo contratto con il team francese scadrà e Ricciardo sa di essere, insieme a Carlo Sainz, nell’orbita Ferrari nel caso in cui Sebastian Vettel non rinnovi per il 2021. Senza dubbio, il posto accanto a Charles Leclerc sarebbe la sua grande opportunità di tornare in un team che gli permetta di vincere e pensare in grande, ma lo stallo creato dal Coronavirus sta complicando le cose per tutti.

FORMULA 1: SCELTI PER TE