Mercedes, non solo Formula 1: punta allo spazio

Il progetto

Il n.1 della scuderia tedesca intervistato dal sito ThisisMoney: "Potremmo fornire servizi a qualcuno che vuole costruire un razzo. Ci consideriamo come una sorta di boutique di ingegneria ad alte prestazioni, ciò che facciamo è migliorare le prestazioni su terra, mare, aria e possibilmente nello spazio"

IL MONDIALE SU SKY ANCHE NEL 2021 E 2022 - CALENDARIO F1 2020

La Mercedes allarga i propri confini: Toto Wolff non si accontenta dei Mondiali di F1, ora punta alto. Altissimo. Il n.1 della scuderia tedesca vuole emulare l'imprenditore sudafricano Elon Musk con le missioni spaziali. Intervistato dal sito ThisisMoney,  Wolff ha rivelato di puntare a un accordo che potrebbe mettere la Mercedes al centro di una nuova corsa allo spazio, salvando così molti posti di lavoro che si sarebbero persi con il previsto budget cap in Formula 1. "Quella sullo spazio è una discussione molto precoce, non è che costruiremo un razzo spaziale. Però potremmo fornire

dei servizi a qualcuno che vuole costruire un razzo", ha annunciato Wolff, spiegando che un operatore che si occupa dei viaggi nello spazio ha espresso interesse a collaborare con il team per applicare la sua conoscenza acquisita tramite l'impegno in F1 ad un programma di lancio spaziale. "Ci consideriamo come una sorta di boutique di ingegneria ad alte prestazioni, ciò che facciamo è migliorare le prestazioni su terra, mare, aria e possibilmente nello spazio" ha concluso Wolff, proprietario del 30% della azioni Mercedes e il cui patrimonio netto stimato si aggira attorno ai 450 milioni di dollari.

FORMULA 1: SCELTI PER TE