Ferrari, Binotto: "La velocità in rettilineo non è più un problema. Pensiamo a noi stessi"

Formula 1

Il team principal della Ferrari nel terzo giorno di test in Bahrain: "Le analisi? Ora guardiamo solo a noi stessi. La velocità in rettilineo non è più un problema, meglio il motore e anche l'aerodinamica. Ottimismo? Sì, c'è rispetto ai test dello scorso anno"

TEST BARHAIN: DAY-1 - DAY-2 - DAY-3FOTO

“Passo gara e gomme? Noi in questo momento siamo più concentrati su noi stessi e sulla macchina. Sono solo tre giorni di test". Così Mattia Binotto, team principal della Ferrari, ha spiegato il lavoro del team a Sakhir. "Fase intensa - ha aggiunto - abbiamo alternato i piloti e sono gli unici test prima dell’inizio stagione. Stiamo cercando di ottenere quanti più dati possibile. E capire la vettura, il suo comportamento in tutte le condizioni e soprattutto la correlazione con i nostri strumenti a Maranello: la galleria del vento, simulatore e il resto".

"Presto per fare altre valutazioni"

"Per questo l’analisi di prestazione rispetto agli altri è molto presto per farla. Ci sono stati programmi molto diversi tra i team, senza dimenticare le condizioni variabili della pista. Il primo giorno vento e tanto caldo. Dobbiamo pensare a noi stessi in questo momento".

"La velocità sul rettilineo non è più un problema"

"La vettura si sta comportando bene per le nostre aspettative. La velocità sul rettilineo non è più un problema. Cresciuto molto il motore, anche la parte aerodinamica. Dove siamo lo capiremo meglio tra 15 giorni e nelle gare successive".

"I dettagli faranno la differenza"

"Il nostro obiettivo è migliorare presto perché non ci sono stati scontri diretti. Penso che le vetture saranno lì sia in qualifica che in gara. I dettgli faranno la differenza".

"Ci aspettano sfode difficili, ma..."

"Ottimismo per il via della stagione? È giusto esserlo sempre a inizio stagione. Ma sarà un anno complicato con tante sfide che ci aspettano e una vettura 2022 da progettare. C’è un regolamento finanziario nuovo, piloti nuovi e tante sfide da affrontar. L’ottimismo è giusto che ci sia. L’anno scorso eravamo partiti con difficoltà a Barcellona. Era stato più complicato. Vero che svilupperemo poco la vettura, ma ci sarà spazio per le correzioni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche