Ferrari, Sainz 6° nel GP di Stiria: "Dobbiamo mettere pressione alla McLaren"

FERRARI

Carlos Sainz soddisfatto del 6° posto conquistato nel GP di Stiria dopo essere partito 12°: "Era il mio obiettivo, è stata una bella gara grazie a un passo gara ottimo. Dobbiamo partire più davanti per mettere pressione alla McLaren. Senza quei giri dietro a Hamilton avrei ripreso Norris". Il Mondiale torna la prossima settimana con il secondo round consecutivo in Austria

GP STIRIA, GLI HIGHLIGHTS

Una grande rimonta ha consentito a Carlos Sainz, scattato 12° nel GP di Stiria, di chiudere al 6° posto. Non solo, lo spagnolo ha chiuso la gara tra i più veloci in pista, sdoppiandosi da Hamilton e rischiando di andare a prendere la McLaren di Lando Norris. 

"Volevo finire in Top-6, vogliamo mettere pressione alla McLaren"

il compagno

Leclerc: "Una delle migliori gare della carriera"

"Partire 12° e arrivare sesto è quello che volevo facendo colazione stamattina. Volevo finire in top-6. È stata una bella gara, oggi il passo della macchina era molto buono. Siamo riusciti a superare in pista e a fare l’overcut a tanti piloti del centro gruppo. Oggi le gomme si sono comportate bene - ha detto Sainz a Sky Sport -. In questo circuito, non sappiamo perché, va molto meglio che al Paul Ricard. Dobbiamo trovare qualcosa in qualifica perché partiamo troppo indietro. Mi piacerebbe partire più avanti per mettere più pressione in gara alla McLaren: oggi avevamo più passo di loro“.

"Con la media avevamo il ritmo gara della Red Bull"

Le parole

Binotto: "Contento della reazione della squadra"

“Red Bull e Mercedes molto più avanti? La Red Bull sì, la Mercedes l’ho sorpassata in pista. Mi sono messo nel DRS, quante volte quest’anno avremo possibilità di lottare così? Sappiamo che non siamo a livello di Mercedes e Red Bull, ma oggi il passo era molto buono e se non fosse stato per quei 10-15 giri dietro Lewis avrei sicuramente preso Lando. Oggi con la media, prima di fermarmi, andavo come la Red Bull. Il passo gara era buono, avevo un bel passo anche con la hard, ma dietro Hamilton non lo potevo dimostrare. Sapevamo che gli altri con gomma nuova erano più lenti di me con gomma usata. Abbiamo fatto l’overcut che non possiamo sfruttare in tutti i circuiti. Questo mi ha dato bella carica e quando sono uscito ero 12″ dietro Lando. Gli prendevo mezzo secondo, un secondo a giro, poi ho trovato Hamilton e lì mi sono fermato". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche