Formula 1, Hamilton: "Nessun attrito con Mercedes. In gara non si è gentili e calmi"

Mercedes

Quinto a Istanbul e scivolato al secondo posto nel Mondiale a -6 da Verstappen, Hamilton sui social torna sulla diatriba con il team: "In gara è impossibile essere sempre gentili e calmi. Ma non sono arrabbiato con la squadra, abbiamo già discusso e guardiamo avanti al prossimo appuntamento"

GP TURCHIA, HIGHLIGHTS DELLA GARA

All'indomani del GP di Turchia e soprattutto del cambio gomme 'indesiderato' nelle ultime battute della gara, Lewis Hamilton smentisce via social qualsiasi attrito con Mercedes. "Buongiorno a tutti, questa mattina ho letto alcune insinuazioni dei media in merito a quanto successo con il mio pit stop. Non è vero che sono arrabbiato con il mio team. Come squadra lavoriamo per attuare la miglior strategia possibile, ma durante una gara bisogna prendere decisioni in tempi rapidi, e vi sono molti fattori che cambiano costantemente. Ci siamo presi il rischio di restare in pista nella speranza che questa asciugasse, ma non è successo. Ho voluto rischiare provando ad andare fino alla fine, ma era una mia intenzione che non ha funzionato. Alla fine abbiamo fatto la sosta, ed è stata la cosa più sicura che avremmo potuto fare. Si vive e s'impara. Si vince e si perde da squadra", spiega Hamilton.

"In gara non si è sempre gentili e calmi"

L'intervista

Hamilton: "Perso punti, devo parlare con il team"

"Non aspettatevi che possa essere sempre gentile e calmo mentre sto gareggiando, siamo tutti molto passionali e può succedere di esternare l'intensità del momento, come accade per tutti i piloti. Il mio cuore ed il mio spirito sono in pista, dentro di me c'è il fuoco che mi ha permesso di andare lontano e che mi ha consentito anche di dimenticare qualsiasi attrito, ne abbiamo già discusso e siamo già pronti a guardare alla prossima gara. Oggi à un altro giorno per risollevarci come squadra", ha concluso Hamilton.

La strategia adottata nel finale

Cambio in vetta

Verstappen sorpassa Hamilton: le nuove classifiche

Mercedes ha richiamato ai box il britannico per la sostituzione delle gomme intermedie, respingendo la volontà di Hamilton di proseguire fino alla bandiera a scacchi senza effettuare il cambio dei pneumatici. Subito dopo la conclusione della corsa, Hamilton ha rivolto un secco messaggio via radio alla propria squadra, facendo intendere il proprio disappunto: "Ve l'avevo detto, ora lasciatemi in pace".