Hamilton squalificato per ala mobile irregolare al GP del Brasile

LE DECISIONI FIA

Due casi diversi e due sanzioni diverse che potrebbero avere una conseguenza sull'esito della stagione. Ala mobile irregolare sulla Mercedes numero 44 e Hamilton scatta dall'ultimo posto nella griglia della qualifica Sprint. Multa di 50mila euro a Verstappen per aver toccato la monoposto di Lewis in regime di parco chiuso al termine delle qualifiche di venerdì. Tutto il weekend a Interlagos live su Sky Sport F1 (canale 207)

GP BRASILE, LA DIRETTA DELLA GARA

Lewis Hamilton, che venerdì ha dominato le qualifiche per il Gran Premio del Brasile,

partirà ultimo nello schieramento durante la gara sprint di qualificazione che partirà alle 20.30 italiane. Si è chiusa così con l'annullamento del risultato delle qualifiche, dove l'inglese aveva fatto segnare il miglior tempo, l'indagine avviata dai commissari di gara per determinare se la sua vettura era conforme ai regolamenti. Nel mirino il suo DRS (il flap montato sull'ala posteriore della monoposto che si apre per guadagnare velocità massima) ha un'apertura maggiore di quanto consentito dal regolamento.

Un duro colpo per Hamilton e l'altra penalità

leggi anche

Max-Lewis, caotico sabato brasiliano

Il sette volte campione del mondo non solo vedrà il suo rivale, Max Verstappen, partire dalla pole position nella qualifica Sprint che deciderà lo schieramento della gara di domenica ma, partendo ultimo, faticherà nella sola mezz'ora di gara a guadagnare posizioni. Inoltre, a causa del cambio della parte endotermica del suo propulsore, Hamilton deve già scontare cinque posizioni in griglia nel GP in programma a Interlagos domani alle 18. Lewis, a quattro gare dal termine del campionato, ha un distacco di 19 punti da Verstappen.

Verstappen, una multa e una grande chance

vedi anche

Max, la "toccatina" alla W12 costa 50mila euro

Nessuna penalizzazione in pista ma una multa di 50mila euro per Max Verstappen, l'olandese della Red Bull che era finito sotto indagine da parte dei commissari FIA per violazione delle regole del parco chiuso. Verstappen, nel post qualifica, si era avvicinato alla Mercedes di Lewis Hamilton dopo le qualifiche e in un video lo si vedeva toccare l'ala posteriore della monoposto. Sabato mattina, l'olandese, insieme con un rappresentante della Red Bull, è comparso davanti ai commissari per "presunta violazione dell'articolo 2.5.1 del Codice sportivo internazionale", che consente l'ingresso nel parco solo dei funzionari incaricati. 

Cosa ha portato la FIA a questa decisione su Verstappen?

Secondo la Federazione, Verstappen non avrebbe toccato l'ala posteriore della Mercedes, ma solo avvicinato una mano come per fare una misurazione 'a occhio' dopo aver fatto lo stesso sulla sua Red Bull. Pertanto, l'olandese non perde il secondo posto in griglia per la qualifica Sprint ma, anzi, con la sanzione di Hamilton parte davati a tutti. Quanto avvenuto nel sabato del Brasile, sommato al vantaggio che Max ha in classiifca e all'altra penalità che Hamilton dovrà scontare nel GP, appare come una come chance per Verstappen di mettere una seria ipoteca sul titolo.