Formula 1, rinnovato il GP di Gran Bretagna: Silverstone resta in calendario fino al 2034

l'annuncio

Silverstone resterà nel calendario del Mondiale di Formula 1 per almeno altri dieci anni: ufficiale il rinnovo del contratto fino al 2034. Domenicali: "Si tratta di un circuito iconico, qui si è fatta la storia del motorsport". Il campionato scatta a marzo in Bahrain: tutto in diretta su Sky e in streaming su NOW

RED BULL, LA PRSENTAZIONE DELLA RB20 IN LIVE STREAMING

Silverstone resterà nel Mondiale di Formula 1 per almeno altri dieci anni. Ufficiale, infatti, il rinnovo dello storico circuito che ospita il Gran Premio di Gran Bretagna fino al 2034. Ad annunciarlo sono stati gli organizzatori del GP e la F1 con una nota. "Il nuovo accordo vedrà il circuito del Northamptonshire entrare nel suo nono decennio dopo aver ospitato il primo Gran Premio di Formula 1 nel 1950 - si legge -. Negli ultimi anni il Gran Premio di Gran Bretagna è diventato uno degli eventi più frequentati del calendario della F1. Il 2023 ha attirato alcuni dei più grandi nomi dello sport, della musica e della cultura, la gara ha attirato un pubblico record di 480.000 spettatori durante tutto il fine settimana". Il GP di Gran Bretagna si correrà nel weekend del 5-7 luglio. 

Domenicali: "Luogo iconico, nel cuore della storia della F1"

"Sono lieto di annunciare che grazie a questo accordo il Gran Premio di Gran Bretagna rimarrà in calendario per altri dieci anni - ha detto il Presidente di F1 -. Silverstone è un luogo iconico nel cuore della storia della F1 e mentre si avvicina al suo nono decennio che ospita i Gran Premi, l'evento continua ad attrarre fan da tutto il mondo per le fantastiche gare in pista e la straordinaria esperienza dei fan fuori da essa. Vorrei ringraziare l'intero team di Silverstone per il loro duro lavoro e dedizione nel portare il Gran Premio di Gran Bretagna a nuovi livelli e non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con loro mentre guardano al futuro, migliorare le strutture e l’esperienza dei tifosi nei prossimi dieci anni”.