user
13 febbraio 2018

Formula 1, Ricciardo: "Possiamo lottare con Mercedes e Ferrari". Poi sfida sulle gomme con Verstappen

print-icon

Daniel Ricciardo e Max Verstappen si raccontano sul sito ufficiale della Red Bull dopo la pausa invernale. L'australiano dice la sua sulle nuove regole e sulle gare che affronterà nel 2018. Poi entrambi vengono messi a "dura" prova con una domanda sugli pneumatici. Il 19 febbraio la presentazione ufficiale della RB14

F1 IN DIRETTA ESCLUSIVA SU SKY - IL CALENDARIO 2018

COSA CAMBIA: NEL MONDIALE NELLE AUTO

PILOTI E SCUDERIE 2018 LE DATE DELLE PRESENTAZIONI

19 FEBBRAIO, IL GIORNO DELLA RB14

Riecco Daniel Ricciardo e Max Verstappen. I piloti della Red Bull scalpitano e, dopo la pausa invernale, sono pronti a calarsi nella nuova stagione di Formula 1. Conosceremo la nuova RB14 nella presentazione ufficiale del 19 febbraio, mentre Daniel e Max scenderenno in pista una decina di giorni dopo per i primi test pre campionato a Barcellona. Nel frattempo, sul sito ufficiale della scuderia, si sono raccontati, a cominciare dall'australiano che ha parlato della sosta e del lavoro fatto, per poi proiettarsi sul Mondiale: dalle nuove regole alle gare che affronterà dal 25 marzo a Melbourne, nella sua Australia. Non mancano momenti divertenti, come la domanda fatta ad entrambi i drivers su "quali sono i nomi degli pneumatici 2018". 

Le gomme del Mondiale: "Hard, very hard..."

Nel rispondere a questa domanda Ricciardo parte bene nello snocciolare l'elenco. Poi, però, si perde su una delle novità, ovvero il P Zero Orange SuperHard, che rappresenta la mescola più dura tra quelle disponibili (mantiene il colore che da diverse stagioni simboleggia quella meno prestazionale). Ricciardo qui un po' frena e sorridendo dice: "Mh, me ne sono persa una. Hard, very hard... Non so". Più preciso e meno titubante Verstappen, che non sbaglia. Ricciardo replica: "Max le sa tutte? Oh no...".

Nuovi regolamenti

"Il nuovo regolamento prevede più gomme, circa un paio di set di pneumatici in più  ad ogni gara, e un motore in meno quindi saranno tre. Questo sarà molto interessante, di certo dovrò essere molto cauto".

Quali obiettivi ti sei prefissato per  il 2018?

"Ne ho di obiettivi, ma non certo che in tre gare necessariamente voglio essere sul podio oppure a quante pole posso fare. Voglio piuttosto concentrarmi su me stesso ed essere sempre pronto e preparato ad ogni gara".

Com'è l’umore nella squadra?

"Teso, ma in modo positivo. Siamo entusiasti e ovviamente sappiamo che c'è ancora tanto lavoro da fare se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi. Abbiamo alcuni "desideri" che vogliamo esaudire quest'anno".

Non vedi l’ora di tornare in macchina?

"Sì, sarà divertente. Non vedo l’ora di essere a Melbourne per la prima gara della stagione, ovviamente prima ci saranno i test a Barcellona. Ma la parte divertente ed emozionante sarà in Australia".

Pensi di poter battere Ferrari e Mercedes quest’anno?

"Penso che potremmo riuscire a lottare con Ferrari e Mercedes, certo. Quest'anno non ci saranno grandi cambiamenti nel regolamento che potrebbero aiutarci a migliorare come è successo nel 2017, ma il punto ora è riportare gli step fatti nella scorsa stagione sulla nuova vettura e continuare a migliorare. Dovremmo riuscire ad essere in grado di lottare più spesso. Siamo fiduciosi".

DANIEL-MAX, SFIDA SULLE GOMME

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Costacurta: "Ct? Non sottovaluterei Di Biagio"

Argentina, lo stadio è al buio: il video

Stangata Nasri, in arrivo la squalifica per doping

Sei Nazioni: tris dell'Irlanda, impresa Scozia

Skriniar-Ranocchia: Inter-Benevento 2-0

Juventus-Atalanta: tutte le quote

Donadoni: "Bella vittoria, non siamo sazi"

Ballardini: "Questo ko deve essere salutare"

Pari Bayern con l'Hertha: i risultati di Bundes

Maran: "Birsa e Giaccherini non convocati"

D'Angelo: "Nel secondo tempo ci siamo ripresi"

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI