Sky-VR46 Day, Valentino:"Ragazzi date gas"

MOTOGP

Impegno raddoppiato con 2 squadre e 4 piloti italiani tra Moto2 e Moto3: lo Sky Racing Team VR46 si presenta per il Motomondiale 2017 all'insegna di un costante rinnovamento. L'evento al Talent Garden di Milano, Rossi presente via video 

Quattro piloti italiani al via di due distinte categorie del Motomondiale, raddoppiando l'impegno con obiettivi sempre più ambiziosi per lanciare la prossima generazione di campioni. Il 2017 dello Sky Racing Team VR46 è iniziato ufficialmente con la presentazione tenutasi al Talent Garden di Milano, palcoscenico congeniale per ribadire la continuità di un progetto unico nel suo genere, dal 2014 a questa parte votato alla valorizzazione del talento. Tra workshop dedicati alla "determinazione creativa" ed al "lavoro di squadra" ai quali hanno preso parte 100 studenti, confrontatisi con piloti e manager della squadra, lo Sky Racing Team VR46 riafferma i propositi per una stagione 2017 di successo.

Presentazione in grande stile - Una suggestiva atmosfera, frutto di giochi di luci e di una sala del Talent Garden gremita in ogni ordine di posto, hanno rappresentato la cornice ideale per la presentazione dei programmi sportivi dello Sky Racing Team VR46. "Senza Sky non avremmo intrapreso un simile progetto", ha evidenziato Valentino Rossi, protagonista di un video introduttivo che ha dato il via all'evento con un auspicio "Spero che i nostri piloti diano un sacco di gas e ci facciano divertire!". Responsabile della VR46 Riders Academy, Alessio 'Uccio' Salucci ha svelato le novità per il 2017. "La squadra cambia con nuovi innesti: Pablo (Nieto) avrà un gran da fare, ma è arrivato Luca Brivio come coordinatore e ci sarà Pietro Caprara in qualità di Direttore Tecnico. Abbiamo impostato un lavoro MotoGP-style, ma con questo gran gruppo tutto è possibile. Dal 2016 mi sarei aspettato di più, ma ai ragazzi della Academy porto l'esempio di Migno: la sua crescita è sotto gli occhi di tutti. Per il 2017? Spero in obiettivi più concreti". Gli fa eco Pablo Nieto, saldamente al timone della squadra in qualità di Team Manager: "Lo Sky Racing Team VR46 è un progetto bellissimo, mi sembra di esser tornato a correre! Ogni volta l'inverno sembra interminabile, ma finalmente ci siamo quasi e siamo pronti a questa duplice sfida tra Moto2 e Moto3".

La carica dei piloti - Dal "muretto box" la parola passa ai piloti, cominciando da Francesco Bagnaia. "La Moto2 è un passo importante: in questa categoria le moto iniziano ad essere grandi, veloci, ma sono molto contento di com'è iniziata questa avventura", spiega 'Pecco', al suo esordio in Moto2 con moto KALEX e di ritorno alla scuderia di Sky dopo l'esperienza del 2014 in Moto3. "Con una buona squadra come lo Sky Racing Team VR46 c'è la concreta possibilità di far molto bene. La stagione 2016 per me è stata molto positiva, ma anche il 2017 è iniziato sotto i migliori auspici. Per quanto sarò all'esordio, quest'anno non mi vedo lottare per la 15° posizione: dobbiamo iniziare subito a lavorare bene per verificare nei prossimi test il nostro livello di competitività, aspettandoci di lottare per le prime posizioni nel corso del campionato". Accanto a Bagnaia correrà Stefano Manzi, diciassettenne riminese tutto talento e manetta. "La Moto2 per me rappresenta una grande sfida. Per costituzione fisica in Moto3 non ci stavo più, mentre con la KALEX Moto2 mi trovo bene. Cambierà in ogni caso tutto: parliamo di una moto diversa, le gare saranno più impegnative da gestire fisicamente e questo richiederà una grande preparazione". Una tesi condivisa anche da Andrea Migno, pronto a far fruttare la crescita espressa nel 2016 in Moto3 con i primi due podi. "La palestra è diventata quasi come una seconda casa: qui ci prepariamo non soltanto sotto l'aspetto fisico, ma anche mentale. Correre nel Motomondiale per ogni pilota è un grande privilegio e non dobbiamo mai dimenticarlo: dopo la crescita ed i buoni risultati dello scorso anno ci si può sempre migliorare, su questo lavoreremo insieme per la stagione". Sarà al suo secondo anno in Moto3 sempre con KTM ed accanto a 'Mig' invece Nicolò Bulega, il quale ha già individuato dove sarà possibile affinare alcuni aspetti mancati nel 2016. "In alcune gare mi era mancata un po' di esperienza: quando sei al debutto può succedere. Quest'anno mi sono impegnato di più in palestra, su questo aspetto credo di aver compiuto un passo avanti significativo. Inoltre conosco le piste e questo sarà un gran vantaggio".

Nuovi colori e partner - Svelata lo scorso mese di dicembre in occasione della finale di X Factor, la nuova veste grafica richiama le distintive livree dei primi anni '90 con il rinnovato logo ben in vista. Il nome del team è ora racchiuso da un cerchio che ricorda ruote e dischi delle moto, rappresentazione del movimento, dell'unione e dell'armonia Per un progetto così ambizioso lo Sky Racing Team VR46 ha potuto contare sulla fiducia di nuovi partner che hanno sposato la filosofia della squadra a cominciare da Oakley, main partner per i progetti Moto2 e Moto3. Tra i partner ufficiali presente anche Monster Energy, che si aggiunge a Dainese e AGV, al fianco del Team fin dalla sua nascita.

I più letti