GP Jerez, i precedenti: Rossi sorride, Marquez non molla. E Vinales...

MotoGp

Paolo Lorenzi

Valentino Rossi sul podio di Jerez, dove ha trionfato nel 2016 (foto LaPresse)

Valentino arriva in Spagna da leader del Mondiale, consapevole che a Jerez ha già vinto 9 volte. Marquez correrà sulle ali dell'entusiasmo dopo il successo ad Austin, Vinales è il pilota più in forma, le Ducati faranno affidamento sull'orgoglio

Se è vero che il Motomondiale inizia in Europa, da Jerez de La Frontera, è altrettanto vero che Rossi arriva a questo appuntamento da leader del campionato. Soltanto 6 punti lo dividono da Vinales, quasi perfetto fino al GP delle Americhe, dove lo spagnolo ha buttato via un podio quasi scontato, forse a causa della pressione che inizia a farsi sentire.

La sfida Honda-Yamaha

Nelle ultime quattro stagioni il GP di Spagna ha vissuto sul confronto tra Honda e Yamaha, mentre la Ducati sa di dover faticare sulle curve del tracciato spagnolo, dove solo l’orgoglio di Lorenzo e Dovizioso potrebbe rimediare al deficit tecnico. Marquez ha vinto una sola volta a Jerez, ma è sempre andato a podio e arriva all’appuntamento sulle ali della vittoria di Austin.

Vinales sotto pressione

Vinales è il pilota più in forma, grazie a una Yamaha che sembra farlo volare su ogni tracciato. Ma la Spagna è anche la “seconda casa” di Rossi, che qui ha già vinto 9 volte. Jerez rappresenta per Valentino l’opportunità di rafforzarsi in classifica. Tre piloti in appena 18 punti e una stagione ancora lunga davanti dove, insieme al talento, anche l’esperienza e la fortuna possono giocare un ruolo determinante.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche