Marquez: "A Jerez anche noi saremo competitivi"

MotoGp
Marc Marquez, 24 anni, pilota della Honda (Foto LaPresse)
marquez_lapresse

La vittoria in Texas gli ha permesso di accorciare le distanze in classifica. Ora nel GP di casa lo spagnolo tenterà il nuovo attacco a Vinales e soprattutto al leader Rossi

Con la vittoria al GP delle Americhe, il miglior risultato per Marc Marquez è stato colmare il distacco in classifica iridata degli avversari del team Yamaha Vinales e Rossi. Per il detentore del titolo iridato ora il terzo posto nel Mondiale e la possibilità di rimontare ancora anche nel fine settimana a Jerez de la Frontera, palcoscenico del quarto GP stagionale.

Sulla pista andalusa il numero 93 è sempre arrivato a podio vincendo la gara del 2014. "Sono contento - afferma Marquez - che dopo tre GP tanto lontani, il prossimo sia in Spagna. Correre in casa, davanti ai miei fan è sempre speciale. La nostra vittoria ad Austin ci ha dato molte motivazioni per continuare a lavora sodo con l'obiettivo di migliorare la moto soprattutto dal punto di vista del settaggio.

Per questo, devo dire che la pista di Jerez è una delle più difficili da questo punto di vista. Su quel tracciato è necessario non solo che la moto giri bene e sia veloce ma che abbia ottima stabilità in frenata, aspetto basilare per fare dei buoni tempi. Una pista dove i nostri rivali sono sempre veloci ma credo che anche noi potremo essere competitivi se lavoreremo nella direzione giusta". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche