Moto3, Jerez FP2: Bulega e Migno a terra, ma OK

MOTOGP

Prima sessione sul "quasi asciutto"a Jerez, ma i piloti dello Sky Racing Team VR46 vengono traditi dalle chiazze d'umido della pioggia scesa copiosamente nella mattinata: per loro due distinte scivolate con tutto rimandato a domani

Seconde libere del Gran Premio di Spagna del Mondiale Moto3 a Jerez de la Frontera per lo Sky Racing Team VR46. Il sole arriva sul circuito spagnolo ma Nicolò Bulega (19°) ed Andrea Migno (29°)  che nelle prime libere avevano corso sotto la pioggia, nelle FP2 scivolano, traditi dalle chiazze d'umido presenti sul nastro d'asfalto andaluso.

Tutto rimandato a domani per Bulega e Migno

Tornati in sella alle rispettive KTM nei conclusivi minuti di attività della FP2 una volta asciugatasi la pista, i due alfieri Sky-VR46 non hanno vissuto una sessione da ricordare. Al primo giro Andrea Migno è finito a terra alla curva 13 intitolata a Jorge Lorenzo, emulato nei minuti conclusivi della sessione dal compagno di squadra Nicolò Bulega sempre all'ultima curva che immette sul rettifilo dei box. Per entrambi nessuna conseguenza fisica, ritrovandosi di conseguenza 19° e 29° nella graduatoria dei tempi capeggiata dal leader del mondiale Joan Mir (Honda Leopard). 

Così nelle prime prove libere

Si era risolta con un sostanziale "nulla di fatto" l'inaugurale sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna riservato alla classe Moto3. Rispettando appieno le previsioni meteorologiche della vigilia, la pioggia aveva fatto capolino a Jerez de la Frontera con i primi 40 minuti di attività andati in scena su pista bagnata. Se alcuni attesi protagonisti avevano preferito non rischiare incrociando le braccia in corsia box, i due portacolori dello Sky Racing Team VR46 avevano invece macinato chilometri in condizioni di scarsa aderenza: Nicolò Bulega ha staccato il quarto tempo in 2'01"717, Andrea Migno (2'02"279) l'ottavo, mentre davanti a tutti si è messo in mostra Jakub Kornfeil (Peugeot SaxoPrint), da sempre specialista del bagnato.

I più letti