Moto3, Bulega: "Tanto dolore al restart"

MOTOGP

Coinvolto nella caduta di gruppo al primo via, Nicolò stoicamente risale in sella e conclude 17°. Migno protagonista di una bella rimonta

Un bilancio inficiato dalla rocambolesca caduta, a causa di olio in pista, che ha visto coinvolti complessivamente 16 piloti al primo via. Gara quindi "falsata" da quanto è successo. 

Nicolò Bulega: "Avevo molto dolore"

Scattato dalla prima fila, per Nicolò Bulega la gara di Le Mans poteva essere l'occasione propizia per tornare sul podio. Coinvolto nella maxi-caduta al primo via, in questa circostanza era stato colpito violentemente alla schiena da una moto incidentata di un altro pilota. Ricevuto dalla Clinica Mobile il via libera per risalire in sella, il diciassettenne pilota di Montecchio Emilia ha stretto i denti e, chiaramente non al meglio, ha concluso 17°. "Purtroppo questo non è stato l’epilogo che speravo: nell’incidente che ha costretto i commissari ad esporre bandiera rossa, sono stato colpito molto violentemente alla schiena da una moto", spiega Nicolò. "Sono tornato ai box e, dopo aver avuto l’ok dai medici della Clinica Mobile, ho deciso di provare comunque a fare la gara. Avevo davvero molto dolore e non ho potuto tenere il ritmo dei più forti".

Andrea Migno: "Abbiamo ancora margine"

Come il suo compagno di squadra coinvolto nella caduta di gruppo al primo via, Andrea Migno non si è perso d'animo al restart dando vita ad una pregevole rimonta dalla 23° posizione in griglia all'8° posto finale. "Partivo davvero molto indietro ed era importante recuperare quante più posizioni possibili nei primi giri", spiega Migno. "Ho avuto un buono scatto al via, mi sono riportato subito in coda al gruppo di testa, ma non sono riuscito ad essere aggressivo quanto avrei voluto. Nel complesso è stato un buon weekend, ma abbiamo ancora margine per le prossime gare. Dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione".

Il punto di Pablo Nieto

Spetta al Team Manager Pablo Nieto il bilancio di una gara non particolarmente fortunata per lo Sky Racing Team VR46 in Moto3. "Non è stata una gara facile: entrambi i piloti sono stati coinvolti nella caduta che ha costretto i commissari ad esporre bandiera rossa. Nicolò sfortunatamente è stato urtato da una moto incidentata e ha preso una gran botta alla schiena. Ha voluto onorare la gara, ma, per il dolore, non è stato in grado di esprimersi al massimo delle sue possibilità. Andrea è tornato in pista e ha fatto una gran rimonta. Peccato per la qualifica di ieri, deve continuare in questa direzione".

Bulega, pericolo scampato

Dopo la gara sono arrivate buone notizie da Le Mans. Bulega è stato dimesso dopo l'incidente, per lui solo una contusione. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 non è stato neanche tenuto sotto osservazione. Il papà Davide spiega su Facebook: "Il sospetto era una frattura alle vertebre, ma grazie  a Dio l'esito è stato negativo".

I più letti