Moto2, motori Triumph: ecco cosa cambia dal 2019

MOTOGP

Ora è ufficiale, il fornitore unico dei motori per la classe Moto2 sarà Triumph e prenderà il posto di Honda dal 2019, mentre Magneti Marelli si occuperà della realizzazione della centralina elettronica

A renderlo noto il CEO di Dorna Carmelo Ezpleta prima del GP d’Italia al Mugello. Accordo di portata triennale con Triumph a partire dalla stagione 2019 fino al 2022 e sostituirà Honda, attuale fornitore unico. La casa inglese produrrà un motore di 765 cc tre cilindri di derivazione stradale, con l’obiettivo di adeguarlo alle corse. Triumph si occuperà dell’elaborazione della manutenzione dei motori, mentre Magneti Marelli della realizzazione della centralina elettronica.

“L’accordo con Honda era in scadenza e abbiamo cercato un nuovo fornitore che avesse un propulsore più moderno - ha spiegato il CEO di Dorna - abbiamo riscontrato interesse da parte di molte aziende e infine abbiamo deciso nella GP Commission”.
Saranno effettuati dodici mesi di test – come annunciato sempre da Carmelo Ezpleta – ed è stato già fatto un promo test ad Aragon con Julian Simon. La moto due cambia veste: nuovo propulsore unico dal 2019 con Triumph al posto di Honda.
 

I più letti