Incidente Biaggi, nuova operazione per Max: liberato il polmone destro

MOTOGP

Continua il calvario del pilota romano caduto in moto ormai due settimane fa. Dopo il polmone sinistro si è reso necessario liberare anche il destro rimasto offeso da due delle undici fratture costali

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

Continua a soffrire il povero Max Biaggi. Ricoverato lo scorso 9 giugno all’Ospedale San Camillo di Roma in seguito all’incidente con la moto da Supermotard sulla pista di Latina, non solo rimane in terapia intensiva con prognosi riservata, ma è dovuto tornare sotto i ferri.

Il violento trauma toracico subìto che ha causato la frattura di ben 11 costole, ha visto coinvolti uno dopo l’altro anche i polmoni. In un primo tempo gli era stato risolto un piccolo pneumotorace al polmone sinistro, ma ieri il dottor Cardillo - responsabile del reparto di chirurgia toracica del San Camillo - ha ritenuto necessario operare di nuovo Biaggi per riportare alla normalità anche il polmone destro la cui funzionalità era compromessa in quanto pizzicato tra due costole rotte. La nuova operazione è stata effettuata in anestesia torace, il che non presuppone un aggravamento delle condizioni, ma una procedura protocollare richiesta dal tipo di diagnosi.

Biaggi - che ha costantemente accanto a sé i famigliari e la fidanzata Bianca Atzei - è stato poi riportato in terapia intensiva perché la sua guarigione è ancora in una fase in cui necessità della massima assistenza e della massima sorveglianza medica. Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha fatto visita a Max in ospedale e gli ha reso disponibile il Centro di Medicina dello Sport per affrontare la miglior riabilitazione possibile quando sarà dimesso dall’ospedale.

I più letti