Moto2, Bagnaia: "Non ero in forma ma ho dato tutto"

MOTOGP

Stringendo i denti dopo la caduta nelle qualifiche Pecco raggiunge comunque la Top-10 ad Assen. Soddisfacente anche Manzi. Nieto: "Stefano sta dando una svolta alla sua stagione"

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Top-10 per Francesco Bagnaia, Top-20 per Stefano Manzi. In termini di risultati, così si può riassumere il Gran Premio di Assen vissuto dallo Sky Racing Team VR46 Moto2, ma il weekend al TT Circuit ha qualcosa in più da dire sull'operato dei piloti e di tutta la squadra...

Francesco Bagnaia: "Contento della ritrovata competitività"

Superata la rovinosa caduta delle qualifiche, Francesco Bagnaia si è rifatto con gli interessi in gara. Il decimo punto vale più dei 6 punti mondiali, considerato il fatto che non era in forma. "Una gara davvero lunghissima e difficile", ammette l'attuale capoclassifica della graduatoria Rookie of the Year. "A causa della brutta caduta di ieri, non ero al 100% della condizione fisica: avevo male alla gamba e alle spalle. Ho avuto un buono scatto al via (subito 8°, ndr), ma ho faticato nei primi giri. Sullo schieramento di partenza, ho avuto un problema con la leva del cambio che è stata sostituita proprio a ridosso del via. I ragazzi del Team hanno fatto un gran lavoro per consentirmi di partire in tempo utile, ma le marce saltavano e, nelle prime fasi, ho dovuto capire come gestire la cosa. Nel finale poi sono riuscito a tenere il passo dei primi, peccato per quel problema in avvio di gara, altrimenti avrei potuto lottare più avanti nel gruppo. Nel complesso un buon weekend, sono contento di essere tornato così veloce e competitivo".

Stefano Manzi: "Ho preferito non rischiare"

Dopo una serie di gare concluse anzitempo, Stefano Manzi ha centrato il suo principale obiettivo del weekend di Assen: vedere la bandiera a scacchi. "E' stata una gara difficile, ma allo stesso tempo bella", spiega il nuovo talento dello Sky Racing Team VR46, 20° migliorandosi giro dopo giro. "Dopo tanti ritiri, volevo a tutti i costi finire la gara. Sono partito davvero bene, ma ho cercato di rimanere concentrato per non commettere errori. Ho tenuto il ritmo di quelli che erano con me, ma a 6 giri dalla fine, a causa di un contatto, ho fatto un lungo e ho preferito non rischiare. Un grazie a tutti i ragazzi del Team per il loro lavoro e supporto in questa prima parte di stagione: dobbiamo continuare in questa direzione".

Il bilancio di Pablo Nieto

Da Team Manager, Pablo Nieto mette in risalto gli aspetti positivi emersi dal weekend di Assen. "Dopo la caduta di ieri, non mi aspettavo una gestione della gara così buona da parte di Pecco. Ha faticato un po' nelle prime tornate, ma man mano si avvicinava il traguardo, è riuscito ad imporre il suo ritmo e ad avvicinarsi ai più forti. Sono contento anche per Stefano, dopo tante cadute, era importante iniziare a dare una svolta alla sua stagione".

I più letti