Sachsenring, il punto tecnico dello Sky Racing Team VR46

MOTOGP

Circuito lento, tortuoso, dove la messa a punto è indispensabile: Pablo Nieto (Team Manager) e Pietro Caprara (Responsabile Tecnico) svelano i segreti del Gran Premio di Germania

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

L'ultimo appuntamento prima della pausa estiva, in programma sul tracciato più "corto" dell'intero calendario iridato. Questo è il Sachsenring, un circuito che richiede una messa a punto congeniale per esprimersi al meglio anche nelle classi Moto2 e Moto3: parola di Pietro Caprara e Pablo Nieto, rispettivamente Responsabile Tecnico e Team Manager dello Sky Racing Team VR46.

Il circuito

Dal 1998 presenza fissa del Motomondiale, il Sachsenring è stato completamente rinnovato nel 2001. Il tracciato ha mantenuto l'impronta originale con un primo settore lento, tortuoso con curve strette e poco favorevoli ai sorpassi e con l'ultima parte particolarmente veloce a cominciare dalla spettacolare curva a destra in discesa della "Waterfall". E’ stato riasfaltato recentemente e con le sue 10 curve a sinistra (e soltanto 3 a destra), il tracciato mette a dura prova pneumatici e spalla sinistra grazie alle 5 curve consecutive a sinistra, dalla "Karthallen" alla 10, l'ultima, prima del repentino cambio di direzione in discesa.

Pietro Caprara: "Ecco i segreti del Sachsenring"

Sotto l'aspetto prettamente tecnico, il Sachsenring è "La pista più lenta di tutto il Mondiale se facciamo riferimento alla velocità media di percorrenza", come ricorda Pietro Caprara. "Qui la chiave è caricare l'anteriore per avere una moto performante nelle curve strette. In Moto3, lavoriamo sul cambio, non tanto per sfruttare le scie, quanto per avere una buona accelerazione per affrontare le tortuosità del tracciato. In Moto2, serve una moto performante nelle curve strette. In sostanza al Sachsenring c'è la necessità di una moto agile che possa "voltare molto stretta" e sposare al meglio le peculiarità del tracciato".

Pablo Nieto: "Ci presentiamo motivati"

Il Sachsenring nel precedente triennio non ha mai portato grandi fortune e risultati allo Sky Racing Team VR46, ma a detta del Team Manager Pablo Nieto c'è una ragione. "Lo scorso anno, al Sachsenring il meteo ci giocò un brutto scherzo proprio la mattina della gara. Sotto la pioggia battente, faticammo a tenere il ritmo dei più forti e il risultato non fu dei migliori. Quest’anno arriviamo a questa tappa motivati a chiudere al meglio la prima parte di stagione. In Moto3, dopo il difficile weekend di Assen, continueremo a lavorare per tornare ad essere competitivi. In Moto2, Pecco non era al 100% della condizione fisica in gara, ma ha comunque dimostrato di aver ritrovato il feeling con la sua KALEX. Stefano, dopo aver centrato il suo obiettivo ad Assen, non vede l'ora di rimettersi al lavoro".

La programmazione TV

Sky Sport MotoGP HD (canale 208) garantirà la trasmissione integrale di tutto il Gran Premio di Germania classi Moto2 e Moto3. Si parte venerdì alle 9:00 con l'inaugurale sessione di prove libere della Moto3 a precedere le FP1 della Moto2 (10:55), nel pomeriggio le FP2 di Moto3 (13:10) e Moto2 (15:05). L'indomani spazio alle qualifiche ufficiali ai consueti orari: alle 12:35 la Moto3, alle 15:05 i 45 minuti riservati alla classe Moto2. Domenica 2 luglio le due gare in diretta con la Moto3 ad aprire le danze alle 11:00 seguita alle 12:20 dalla Moto2.

I più letti