Incidente Rossi, il chirurgo: "Dovrà stare fermo almeno 40 giorni"

MotoGp

Presso la Direzione generale degli Ospedali Riuniti di Torrette di Ancona ha parlato in conferenza stampa il chirurgo che ha operato Rossi dopo la frattura di tibia e perone, Raffaele Pascarella: "Valentino sta bene, è cosciente e non è arrabbiato. Starà qualche giorno in ospedale, poi comincerà la fisioterapia. Vuole tornare a correre il prima possibile"

ROSSI, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

"Vi dico subito che Valentino sta bene e questo credo sia la cosa più importante per tutti noi. Come tutti sapete Valentino si è procurato una frattura scomposta alla tibia e perone, è stato ricoverato inizialmente a Urbino poi è stato portato qui da noi dove è stato operato attorno alle 2 di questa mattina. Gli abbiamo applicato un chiodo che possa stabilizzare la gamba, resterà con noi per qualche giorno e comincerà da subito la fisioterapia".

Quanto starà fermo Valentino?
"Dipenderà molto da lui ma credo che almeno 40 giorni dovrà stare a riposo. Lui comunque ha già detto che vuole tornare il prima possibile a correre. La riparazione delle fratture avviene in maniera fisiologica, ha tempi abbastanza predeterminati. Certamente fare una buona fisioterapia e avere una buona struttura muscolare di base è importante. Il chiodo che stabilizza la gamba di solito si toglie dopo un anno un anno e mezzo".

E' arrabbiato?
"No, non è arrabbiato".

Quando verrà dimesso, ha detto qualche giorno ma ha già un'idea?
"Non so ancora quanto resterà con noi in ospedale anche perché la gamba attualmente è un po' gonfia. Io spero di dimetterlo in 3-4 giorni. La riabilitazione la farà in qualche centro specializzato".

Quanto è durato l'intervento?
"Circa un'ora, la parte più difficile è stata la riduzione della frattura. Gli abbiamo applicato prima una anestesia spinale poi lo abbiamo sedato perché non voleva partecipare attivamente all'operazione. Ora però è conscio e vigile".

Conosceva Rossi, cosa l'ha colpita di lui?
"No, non lo conoscevo personalmente. Solo dalla televisione. Di lui mi ha colpito soprattutto la tranquillità"

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove é ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, é off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'è una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si è appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma.

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Reparto off limits

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia, al quarto piano dell'ospedale Torrette di Ancona, dove e' ricoverato Valentino Rossi dopo l'intervento subito nella notte, e' off limits. Le porte sono state oscurate per garantire la privacy al campione, e per evitare che si avvicinino curiosi c'e' una discreta sorveglianza da parte della vigilanza dell'ospedale e privata e della polizia. Stando a quanto si e' appreso, con Valentino ci sarebbe la mamma Stefania Palma

Le parole del medico prima della conferenza

Valentino Rossi "è sveglio e sta bene. E' tutto a posto". Cosi' il prof. Raffaele Pascarella, direttore dell'Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia dell'ospedale di Torrette, ai giornalisti che l'hanno avvicinato per chiedergli delle condizioni di salute del campione dopo l'intervento chirurgico cui è stato sottoposto per la frattura di tibia e perone. Pascarella non ha voluto aggiungere altro e ha rimandato alla conferenza stampa convocata per le 11, durante la quale sarà diffuso il bollettino medico ufficiale

MOTOGP: SCELTI PER TE