Moto2, Misano: dal diluvio emerge Pecco Bagnaia, 4° e miglior italiano

MotoGp
francesco_bagnaia_racemisano

Pecco miglior pilota italiano (e rookie...) al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini conquistando la quinta top-5 consecutiva. Stefano Manzi scivola a tre giri dal termine quando si ritrovava 10°

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

In una gara disputatasi sotto la pioggia battente, al Misano World Circuit Marco Simoncelli i colori italiani della classe Moto2 sono difesi egregiamente dallo Sky Racing Team VR46 e da Francesco Bagnaia. Senza commettere errori, correndo "di testa", Pecco ha concluso 4° assoluto centrando il terzo piazzamento nella top-5 consecutivo, il sesto stagionale in 13 gare.

Pecco Bagnaia una realtà della Moto2

Se le condizioni di scarsa aderenza dell'asfalto hanno favorito il ritorno alla vittoria di Dominique Aegerter (Suter Kiefer) a precedere il connazionale Thomas Luthi (KALEX carXpert Interwetten), tanti illustri protagonisti della classe Moto2 sono finiti a terra. Dal capo-classifica Franco Morbidelli al poleman Mattia Pasini, non Francesco Bagnaia resosi protagonista di una gara esente da errori. Girando nel finale con tempi interessanti, dopo il sorpasso a scapito di Takaaki Nakagami (successivamente scivolato) ha conquistato un 4° posto prezioso in qualità di miglior pilota italiano e "rookie" sul traguardo. Quinto assoluto in campionato, ha ulteriormente incrementato il proprio vantaggio nella graduatoria Rookie of the Year con la possibilità di chiudere addirittura i giochi con largo anticipo da qui a breve.

Stefano Manzi cade sul più bello

Amaro epilogo di un buon weekend invece per Stefano Manzi. Ritrovatosi 10°, a tre giri dal termine il diciottenne pilota santarcangiolese è finito a terra all'ingresso della curva 16, vanificando così un potenziale secondo piazzamento in zona punti (e nella top-10) consecutivo. Per Il #62 dello Sky Racing Team VR46 restano da rimarcare le performance espresse nel weekend, nella speranza di confermarsi su convincenti livelli tra due settimane al MotorLand Aragon.

I più letti