Moto3, Motegi: Nicolò Bulega conquista una strepitosa pole

MotoGp
nicolo_bulega_qualifying_motegi_2017

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 davanti a tutti nelle prove ufficiali del Gran Premio del Giappone, ritorna in pole dopo Jerez 2016. Bene anche Andrea Migno, 10° ad aprire la quarta fila

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Un "lampo" di talento e velocità firmato Nicolò Bulega. Al Twin Ring Motegi il pilota dello Sky Racing Team VR46, prossimo a compiere 18 anni lunedì, si assicura la prima pole position stagionale e la seconda in carriera frutto di una condotta capolavoro nel corso dei 40 minuti di qualifiche ufficiali. Mostratosi a proprio agio sulla pista bagnata dalla pioggia, allo scadere in 2'09"320 ha fronteggiato la concorrenza del connazionale Niccolò Antonelli (2°) ed Aron Canet (3°) centrando un risultato prestigioso in vista della gara di domani.

Nicolò Bulega: "Qualifiche difficili, siamo pronti per la gara"

Competitivo in tutte e tre le sessioni di prove libere, Bulega in qualifica ha ribadito il suo esasperato feeling con la KTM in condizioni di scarsa aderenza. "Questo weekend mi sono trovato bene su pista bagnata sin dal primo turno", ha ammesso Nicolò, "ma non sono state delle qualifiche facili. Nel finale ho preso un 'jolly' alla prima curva dove ho rischiato di cadere, restando in sella per un miracolo". Già in quel frangente in pole provvisoria con il crono di 2'09"688, il pilota Sky-VR46 si è ulteriormente migliorato alla successiva tornata con un rimarchevole 2'09"320. "Proprio all'ultimo giro utile sono stato in grado di ritoccare il mio tempo ed è arrivata così la pole", spiega Bulega, il quale scatterà per la seconda volta in carriera nel Motomondiale davanti a tutti dopo Jerez 2016, gara poi conclusa in 2° posizione. "Speriamo domani di far bene, di certo siamo pronti: devo ringraziare la squadra perché abbiamo compiuto davvero un ottimo lavoro tra ieri ed oggi", l'ammissione del Campione CEV Moto3 2015.

Andrea Migno 10° nonostante la penalità

Turno decisamente più in salita quello vissuto da Andrea Migno. Costretto a disputare soli 20 dei 40 minuti di qualifiche complice la penalità subita per quanto accaduto ad Aragon sempre nelle prove ufficiali, 'Mig' nel poco tempo a disposizione in 2'10"320 è riuscito a strappare un posto in quarta fila con il 10° tempo assoluto. Considerata la competitività mostrata nell'arco del weekend, per il pilota saludecese ci sono tutti i presupposti per restare a stretto contatto del gruppo di testa.

I più letti