Phillip Island attende lo Sky Racing Team VR46

MotoGp
sky_racing_team_vr46_skyoceanrescue_livrea

Seconda tappa del "trittico" con grandi motivazioni per i quattro piloti Sky-VR46, nuovamente in pista con la speciale livrea dedicata alla campagna "Sky Ocean Rescue - Un mare da salvare"

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Fortificati dalle performance espresse a Motegi, i quattro piloti dello Sky Racing Team VR46 si presentano a Phillip Island per il Gran Premio d'Australia, seconda tappa del celebre "trittico" oltreoceano con legittimi propositi ambiziosi per Francesco Bagnaia e Stefano Manzi in Moto2, Andrea Migno e Nicolò Bulega in Moto3. Phillip Island rappresenta inoltre l'occasione per dare nuovamente risalto al progetto "Sky Ocean Rescue - Un Mare da salvare": come a Misano domenica i 4 piloti dello Sky Racing Team VR46 scenderanno in pista con speciali livree dedicate alla campagna europea di Sky per sensibilizzare sulla salvaguardia dei mari e sull'inquinamento da plastiche e microplastiche.

Le aspettative di Migno e Bulega in Moto3

Il tracciato di Victoria si sposa particolarmente alle caratteristiche della KTM e dei due piloti Sky-VR46. "Dopo il Twin Ring di Motegi, un altro tracciato che mi piace e su cui sono andato forte", afferma Andrea Migno. "La voglia di tornare in sella alla mia KTM dopo una domenica in salita è tanta: abbiamo avuto un buon feeling per tutto il weekend, ma in gara ho perso confidenza e non sono riuscito ad adattarmi alle condizioni dell'asfalto". Punta in alto anche Nicolò Bulega, poleman a Motegi, velocissimo lo scorso anno alla prima esperienza in assoluto a Phillip Island. "Una tra i miei circuiti preferiti in assoluto", ammette il diciottenne pilota di Montecchio Emilia. "Lo scorso anno, all'esordio, sono stato molto veloce fin dalle libere e non vedo l'ora di tornare in pista. A Motegi siamo stati molto consistenti in tutti i turni, ma in gara è mancato qualcosa e non siamo riusciti a concretizzare i nostri sforzi. Ho voglia di recuperare".

Bagnaia e Manzi all'attacco in Moto2

Passando alla classe Moto2, Francesco Bagnaia scenderà in pista con il titolo Rookie of the Year 2017 conquistato con ben 3 gare d'anticipo. "Phillip Island è forse la pista che preferisco in questa trasferta e dopo il bel risultato di Motegi, non vedo l'ora di tornare al lavoro", commenta Pecco. "In Giappone abbiamo chiuso con un altro importante piazzamento e abbiamo centrato il nostro obiettivo di Rookie of the Year. Ora dobbiamo rimanere concentrati, continuare in questa direzione e fare un altro step nella gestione delle fasi iniziali di gara". Obiettivo top-15 invece per Stefano Manzi, alla prima esperienza a Phillip Island nella classe Moto2 dopo il precedente del 2015 in Moto3: "Quello di Motegi è stato un weekend difficile da affrontare: le condizioni sono state proibitive per tutti i turni, soprattutto in gara. Fortunatamente, abbiamo l'occasione di voltare pagina in pochi giorni a Phillip Island. L'obiettivo è tornare in zona punti".

I più letti