Moto2, Libere Malesia: Luthi-Morbidelli, duello a distanza

MotoGp

Paolo Lorenzi

Morbidelli 2017 (foto: Getty Images)

I contendenti al titolo si marcano da vicino, sia sull’asfalto asciutto del mattino che sul bagnato del pomeriggio. Attenzione a Oliveira, veloce in tutte le condizioni. Bene Baldassari e Marini in FP2

IL RACCONTO DELLE ULTIME LIBERE E DELLE QUALIFICHE

I TEMPI LE CLASSIFICHE

i marcano a distanza, si controllano sui monitor dei box, in attesa di potersi incrociare in pista domenica. Thomas e Franco, il duello a distanza è cominciato il venerdì. Nessuno dei due può lasciare scappare l’avversario. Nemmeno in prova.

La mattina è di Morbidelli che sull’asfalto asciutto anticipa Luthi di 21 millesimi, sul bagnato vince l’esperienza dello svizzero che si prende quasi 4 decimi di vantaggio. Con o senza pioggia è la loro partita che potrebbe già finire sul traguardo di domenica nel caso Luthi finisse dietro al romano. In mezzo ci sono 29 punti, tanti, ma l’impossibile è la molla che può spingere forte chi deve rincorrere. Luthi punta a vincere, ma deve guardarsi anche da Oliveira.

Sullo slancio della vittoria in Australia il portoghese è arrivato carico e motivato a Sepang. In FP1 ha messo in fila tutti, in FP2 indifferente alla pioggia ha ribadito il suo stato di forma con il terzo crono. La sua moto lo asseconda bene. La KTM è cresciuta, è molto veloce, il team ha messo a frutto l’esperienza di questa prima stagione.

Oliveira potrebbe diventare l’involontario arbitro del primo match ball iridato. Può togliere punti a chiunque e in Moto2 la lista di chi mira in alto può cambiare da una gara con l’altra. Il primo giorno di libere, porta alla ribalta Lorenzo Baldassari, uno forte sull’acqua che gli assicura il secondo posto virtuale. In attesa di Mattia Pasini che sul bagnato ha chiuso gare memorabili, ma qui stenta a trovare il ritmo.

C’è anche Alex Marquez, geloso della ribalta presa dal suo compagno di squadra. Il ruolo di seconda guida sta stretto al fratello del “marziano”, arrivato in Moto2 sull’onda del titolo in Moto3. Ha vinto sotto il diluvio giapponese, potrebbe ripetersi in Malesia (le previsioni promettono pioggia). Intanto è davanti a tutti alla fine del secondo turno.

Tra gli specialisti manca invece Simone Corsi (tredicesimo in FP2), ma si fa largo Luca Marini (molto indietro al mattino, settimo al pomeriggio). Solo ventiquattresimo Pecco Bagnaia, meglio sull’asciutto (settimo) che sul bagnato.

Moto2 Libere GP Malesia - tempi combinati (Top 22)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche