MotoGP, Dovizioso: "Se non vinco quest'anno, ci riproverò nel 2018"

MotoGp

Il pilota romagnolo ha tirato le somme della sua stagione, la migliore di sempre con sei vittorie e due podi: "L'importante è aver fatto davvero tanti passi in avanti ed essere lì tra i primi. La stagione è stata strepitosa, ma non è ancora finita: noi non ci fermeremo qua"

CHI VINCE IL MONDIALE? TUTTE LE COMBINAZIONI

LO SPECIALE MOTOGP

Il Gran Premio di Valencia è alle porte: domenica 12 novembre ci sarà l'ultima gara della stagione e 21 punti separano Andrea Dovizioso dal leader del mondiale, Marc Marquez. Il pilota della Ducati è fiducioso dei propri mezzi, tanto da essere sicuro di poter tentare di lottare per il titolo mondiale anche nel 2018: "Se non vinco ci riprovo il prossimo anno. Non è finita, ma la stagione è stata strepitosa. L'importante è aver fatto tanti passi in avanti". Con il suo compagno di scuderia, Jorge Lorenzo, i rapporti sono buoni e lo spagnolo è convinto che Dovizioso abbia ancora una chance: "È certamente difficile ma non serve un miracolo, c'è speranza" ha dichiarato il maiorchino.

Dovizioso, annata da incorniciare

Con sei vittorie e due podi, questa è la miglior annata in MotoGP di Dovizioso: una stagione da incorniciare per il pilota romagnolo che a margine dell'apertura del nuovo Ducati Store di Milano ha parlato dei suoi risultati: "L'importante è aver fatto davvero tanti passi in avanti ed essere lì tra i primi. La stagione è stata strepitosa, ma non è ancora finita: noi non ci fermeremo qua”. Per aggiudicarsi il Mondiale Dovizioso deve vincere e sperare che Marquez non ottenga più del dodicesimo posto.

Lorenzo, stagione complicata

Per Lorenzo le cose sono andate diversamente da come sperato. Partito con l'idea di lottare per il titolo, cosa naturale per uno come lui, già tre volte campione del mondo, la stagione non ha preso una piega positiva, con soli tre podi collezionati nell'arco del 2017: "È stato per me un anno difficile, normale dopo nove stagioni vissute con la stessa moto. Ma con un setup nuovo sono migliorati anche i risultati, come ha dimostrato il mio secondo posto in Malesia. L'anno prossimo andrà meglio". Il pilota spagnolo ha poi, a modo suo, augurato al suo compagno di scuderia di vincere il titolo: "Il Mondiale a Dovizioso? È certamente difficile ma non serve un miracolo, c'è speranza. Marquez parte avanti in classifica, è favorito dai numeri ma chissà che non gli si rompa il motore... O non arrivi al traguardo per altri ragioni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche