Moto2, Libere Valencia: partenza soft per Morbidelli. Oliveira è il più veloce

MotoGp

Paolo Lorenzi

L’obiettivo del neo iridato Morbidelli è il podio, ma la lista dei pretendenti è lunga. Velocissime entrambe le KTM, ottima prestazione di Pecco Bagnaia, secondo per 57 millesimi. Assente Luthi, operato alla caviglia dopo l’incidente di Sepang

LA PROGRAMMAZIONE - LA CLASSIFICA

RIVIVI LE LIBERE DEL VENERDI'

Obiettivo podio. Per Franco Morbidelli l’ultimo traguardo della stagione è centrare le prime tre posizioni, possibilmente la prima per salutare il pubblico e ringraziare il team che l’ha portato al titolo. L’anno prossimo il pilota romano salirà di categoria. Arrivarci sullo slancio di un’ultima grande prestazione sarebbe il migliore biglietto da visita (Rossi ha già detto, scherzando, di non augurarsi un altro debutto come Zarco). Il primo giorno di prove non l’ha visto tra i più veloci (settimo a 4 decimi), ma l’ottimo stato di forma lascia sperare in un passo avanti domani.

Morbidelli dovrà stare attento a Oliveira, arrivato a Valencia sull’onda della doppia vittoria consecutiva e subito il più veloce a fine giornata. Il portoghese sarà un brutto cliente per tutti, l’anno prossimo, in sella all’ottima KTM cresciuta molto da inizio anno (ed efficace anche nelle mani di Brad Binder, terzo oggi in FP2). La lista degli avversari da superare per salire sul podio è lunga: il compagno di squadra Marquez cerca una vittoria sul circuito di casa, per chiudere un po’ meglio una stagione al di sotto delle aspettative. Col quinto tempo di oggi può intanto sperare in una prima fila domani (all’ultimo giro della FP2 ha tenuto il miglior crono fin quasi al traguardo).

Mattia Pasini, più efficace in qualifica che in gara (fin qui 5 pole e 1 vittoria) viaggia con le stesse motivazioni dello spagnolo. Il quarto posto di oggi lo mette nella giusta direzione. Chi sorrideva più di tutti, soddisfatto per un venerdì in costante crescita era però Pecco Bagnaia che ha fermato il cronometro a soli 57 millesimi da Oliveira nel secondo turno. Veloce e con un buon passo la matricola piemontese ha girato a lungo e con buoni tempi con lo stesso pneumatico.

In definitiva, quasi tutti i protagonisti hanno risposto all’appello il primo giorno di Valencia. Mancava per ovvi motivi Thomas Luthi, operato alla caviglia dopo l’incidente in prova a Sepang. Salterà anche i test post gara sulla MotoGP.

Moto2, Libere GP Valencia - tempi combinati (Top 23)

 

MOTOGP: SCELTI PER TE